Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
roche farma tocilizumab

Farmacia

L'aiuto della colosso farmaceutico

Roche, tocilizumab gratis per coronavirus. Donati anche 1milione di dpi

Roche si impegna a fornire alle Regioni in forma gratuita e per il periodo di emergenza Tocilizumab, fatte salve le scorte necessarie a consentire la continuità terapeutica ai pazienti affetti da patologie per cui il prodotto è autorizzato

Tempo di lettura: 3 minuti

La multinazionale Roche annuncia la cessione gratuita del farmaco per l’artrite reumatoide (tocilizumab) già usato in via sperimentale in Cina, e del proprio servizio di telemedicina per i pazienti con diabete. Inoltre dal Gruppo arriverà la donazione di 1 milione di euro in dispositivi di protezione per medici e attrezzature per le terapie intensive. Con lo slogan ‘Roche si fa in 4’ il Gruppo avvia anche un’operazione di “volontariato di competenza” e della campagna ‘Stai a casa, leggi un libro’ rivolta ai giovani fino a 25 anni di Milano e Monza. “Grazie all’ascolto di diversi interlocutori – sottolinea il presidente e amministratore delegato di Roche Farma, Maurizio de Cicco, che si fa portavoce anche dei colleghi di Roche Diabetes Care e Roche Diagnostics – abbiamo individuato quattro aree di bisogno alle quali vogliamo rispondere con interventi capillari su tutto il territorio”.

“Come azienda che opera nelle scienze della vita – afferma De Cicco – raggiungiamo ogni giorno milioni di italiani con farmaci e test diagnostici e in questa situazione di emergenza sentiamo ancora più forte la responsabilità del nostro ruolo sociale” e rileva ancora: “ Voglio cogliere l’occasione per testimoniare la nostra gratitudine ai medici tutti, agli infermieri, ai farmacisti, ai volontari, a tutti coloro che sono in prima linea”.

Roche è la più grande multinazionale di biotecnologie al mondo, la prima per investimenti in ricerca, da sempre impegnata nello sviluppo di diagnostica e terapie all’avanguardia. Pioniera nell’innovazione. Il gruppo ricorda che “ non esiste una terapia per il trattamento del CORONAVIRUS, ma Roche si impegna a fornire alle Regioni in forma gratuita e per il periodo di emergenza Tocilizumab, fatte salve le scorte necessarie a consentire la continuità terapeutica ai pazienti affetti da patologie per cui il prodotto è autorizzato”.

Si ricorda altresi’ che “il farmaco non è indicato dalle autorità regolatorie per il trattamento della polmonite da COVID-19, ma la comunità scientifica sta dimostrando interesse al suo utilizzo a seguito di alcuni dati preliminari emersi in un studio indipendente cinese”.

Intanto, l’oncologo Paolo Ascierto Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale di Napoli sollecita un protocollo nazionale per estendere l’impiego di Tocilizumab nei pazienti contagiati da coronavirus e in condizioni critiche. “Conosciamo – dichiara Ascierto – il meccanismo d’azione di tocilizumab, che rappresenta il trattamento da noi usato nella sindrome da rilascio citochimica dopo la terapia con le cellule CAR-T in alcuni tipi di tumori”. Dopo il confronto con i ricercatori cinesi, è stata costituita una vera e propria task force a Napoli, che è guidata, oltre che da Ascierto, da Franco Buonaguro (Direttore Biologia Molecolare e Oncogenesivirale del Pascale) e da Vincenzo Montesarchio (direttore Oncologia dell’Azienda Ospedaliera dei Colli), che sta dando un contributo scientifico importante al Paese.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati