Rinnovo del contratto della Sanità privata, ecco le reazioni dei sindacati

8 Ottobre 2020

I commenti dopo la sottoscrizione che era attesa da ben 14 anni.

 

di

PALERMO. «Dopo 14 anni di ritardo, tre anni di trattative e tre anni e mezzo di proteste, il nuovo CCNL è finalmente realtà. Un risultato che abbiamo conquistato sul campo, con la dura lotta sindacale ma, soprattutto, grazie all’impegno instancabile dei lavoratori che avevano una sola legittima richiesta: avere gli stessi diritti dei colleghi della Sanità pubblica».

A dirlo i segretari generali regionali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, Gaetano Agliozzo, Paolo Montera ed Enzo Tango, commentando la sottoscrizione del rinnovo del contratto da parte delle federazioni nazionali e delle parti datoriali Aiop e Aris oggi a Roma, al Ministero della Salute.

I sindacalisti aggiungono: «Un traguardo importantissimo, ottenuto grazie alla collaborazione di tutte le parti in causa, compresa la Conferenza Stato-Regioni e il Governo nazionale. La Sicilia, tra l’altro, grazie anche alle pressioni dei sindacati confederali, è stata tra le prime regioni in Italia a siglare l’accordo con l’Aiop sulle risorse regionali, accordo preliminare alla sottoscrizione definitiva del rinnovo del Ccnl. Ma è soprattutto grazie ai lavoratori, che non hanno mai smesso di lottare per i propri diritti, come hanno dimostrato anche durante l’ultimo sciopero generale a cui hanno partecipato in massa, che siamo riusciti a ottenere questo risultato».

IL COMMENTO DELL’UGL

«Una firma tenacemente voluta e finalmente conquistata». Lo dichiarano il Segretario Generale dell’UGL Paolo Capone e il Segretario Nazionale della Sanità Gianluca Giuliano.

«Una giornata storica- proseguono- che arriva dopo anni di lunghe trattative e tante battaglie combattute dall’UGL sempre al fianco degli operatori sanitari. Finalmente non dovranno più sentirsi come dei dimenticati, figli di un dio minore. La loro professionalità, la loro abnegazione, il loro coraggio non sono venuti mai meno nel corso degli anni, così come il loro contributo non è mai mancato nella dura battaglia che si sta combattendo per fronteggiare e sconfiggere il Covid-19. Non potevano più essere sufficienti solo parole di elogio per chi è impegnato senza sosta in una durissima battaglia al servizio dei cittadini e della Nazione».

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV