Raid vandalici all’Asp di Palermo, la Cgil: «Si faccia al più presto luce sulle intimidazioni»

18 Marzo 2016

Appello di Romeo e Mirabile agli inquirenti, «affinché nei presidi dell'Azienda sanitaria possa svolgersi senza zone d'ombra un percorso indirizzato verso la legalità e la trasparenza amministrativa».

 

di

PALERMO. La Fp Cgil raccoglie la preoccupazione dei 25 operatori del laboratorio di analisi di via Carmelo Onorato dopo il raid vandalico nei locali e chiede agli inquirenti di fare al più presto chiarezza.

Nei Ppc sottratti erano contenuti dati fondamentali per la conduzione dell’attività del laboratorio, per il controllo delle acque e degli alimenti per la ristorazione pubblica e collettiva.

Dichiarano il segretario generale Fp Cgil Palermo, Filippo Romeo, e il segretario provinciale Fp Cgil medici Domenico Mirabile: «Chiediamo agli inquirenti di fare al più presto luce sugli atti intimidatori compiuti nella notte all’interno della struttura sanitaria, la distruzione delle macchinette del caffè e il furto nel laboratorio di analisi, perché nei presidi dell’Asp possa svolgersi senza zone d’ombra un percorso indirizzato verso la legalità e la trasparenza amministrativa».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV