Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
laser glaucoma incontinenza urinaria oncologia medica psicologico gestanti prenatale neonato muore ospedali trapani ringraziamento fototerapia cup cataratta melanoma cornee

ASP e Ospedali

Il riconoscimento

Qualità dei servizi sanitari, premiato un progetto dell’Asp di Trapani

Il lavoro sul miglioramento del Pronto Soccorso ha ricevuto il riconoscimento durante un convegno internazionale che si è svolto a Catania.

Tempo di lettura: 2 minuti

“Il miglioramento del Pronto Soccorso di Trapani”: è il nome del progetto dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani premiato nel corso di un convegno internazionale sulla qualità in ambito sanitario, che si è svolto a Catania.

Il progetto, già avviato a Trapani e in via di definizione nei Pronto soccorso della provincia, è stato realizzato da un’equipe composta da Massimo Di Martino, primario Pronto Soccorso, Maria Anelli, responsabile UOS Qualità e Rischio clinico, Daniela Drago, dirigente medico del Pronto Soccorso di Trapani e coadiuvata da tutto il personale del servizio di M.C.A.U. Trapani.

Nella pianificazione dei servizi, al fine di garantire la migliore qualità dell’assistenza sanitaria attraverso il miglioramento dell’organizzazione dei sistemi, sono stati considerati precisi indici di qualità: riduzione degli accessi in PS attraverso la riduzione di accessi inappropriati; miglioramento della risposta sanitaria offerta; riduzione dei ricoveri a rischio inappropriatezza o facilmente evitabili; riduzione dei tempi di permanenza in PS in attesa di ricovero.

Numerosi sono gli interventi indicati nel progetto già messi in atto per la riduzione degli accessi in Pronto Soccorso, dall’apertura degli ambulatori divisionali ai pazienti con necessità di ricovero non urgente, con successivo transito dall’Accettazione Sanitaria, all’affidamento dei ricoveri programmati all’Ufficio Accettazione Sanitaria, fino alla stesura di protocolli per l’Infermiere Triagista per invio al P.P.I (Punti di Primo Intervento) e l’invio diretto all’UO di Pediatria e Ginecologia per i pazienti con codice verde o bianco, utilizzando le nome sul “Libero Accesso alla Struttura”.

Al fine di migliorare la qualità assistenziale, è stata prevista l’apertura di un’area di Osservazione Breve Intensiva (OBI); un sistema di monitoraggio dell’ECG e del tratto ST per i pazienti con dolore toracico seguiti in OBI; corsi di simulazione indoor per la gestione di arresto cardiaco e uso del massaggiatore cardiaco, riconoscimento e trattamento di bradi e tachicardie, gestione shock.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati