Punto nascite di Pantelleria, appello del sindaco contro la chiusura

3 Marzo 2016

Salvatore Gabriele scrive una lettera a Camera e Senato e chiede un'audizione a Roma: «La logica dei numeri non può essere applicata a contesti come le piccole isole».

 

di

PANTELLERIA. Continua la mobilitazione contro la possibile chiusura del Punto Nascite di Pantelleria. Il sindaco Salvatore Gabriele (nella foto) non ci sta, e lo scrive a chiare lettere in una lettera inviata alle competenti commissioni sia della Camera che del Senato.

Nella missiva il primo cittadino pantesco sottolinea che i criteri adottati in queste scelte debbano tenere conto delle specificità e delle criticità che contraddistinguono le piccole isole, e pertanto chiede un’audizione a Roma.

«Quello che sta succedendo a Pantelleria sta toccando anche le isole di altre Regioni», scrive il sindaco, sottolineando che in tal modo «si vanifica il lavoro fatto in tutti questi anni per dare delle risposte concrete ai nostri territori».

Poi Gabriele aggiunge: «Le isole sono al centro di una rinnovata politica di rilancio del sistema sanitario finalizzato ad affrontare una emergenza strutturale ed oggi bisogna guardare avanti per rafforzare quel modello, costruito pazientemente nel corso di questi anni. Percorso virtuoso che ora la logica dei numeri vuole spazzare via».

E nei giorni scorsi anche Fabrizio De Nicola, direttore generale dell’Asp di Trapani, aveva difeso il Punto Nascite di Pantelleria, annunciando «un percorso privilegiato che consentirà di destinarvi le prime assunzioni in programma nei prossimi mesi».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV