Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
punto nascita pediatri

Dal palazzo

Dopo un incontro con la Lorenzin

Punto nascite di Cefalù, l’annuncio del sindaco di Pollina: «Si va verso una deroga»

Il post su facebook di Magda Culotta dopo l'incontro informale avuto con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Spiragli pure per la riapertura del punto nascite di Petralia Sottana, finora chiuso.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Su Cefalù la deroga al punto nascite è ormai alle porte, ma è bene precisare che anche sull’ospedale di Petralia Sottana la questione è tutt’altro che chiusa». Lo dice Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato Pd, commentando l’incontro informale avuto con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per parlare proprio della questione dei punti nascita sulle alte e basse Madonie.

Attraverso un post sulla propria pagina Facebook, la deputata ha ripreso la foto del presepe allestito nell’Ospedale Madonna dell’Alto- in cui è rappresentata un’ambulanza dentro la grotta- e ha colto l’occasione per fare chiarezza sulla situazione attuale dei due reparti madoniti.

«Come ormai è nell’aria- si legge nel post- su Cefalù dovrebbe arrivare la deroga per il centro nascite. Questa notizia, quando sarà ufficiale, potrà dare una nuova serenità a tutti quelli che ogni giorno mettono tutto il loro impegno e la loro professionalità per portare avanti quel reparto, e soprattutto porterà serenità ai cittadini».

«Su Petralia- continua il post- la questione è diversa. Il centro nascite lì è chiuso, quindi non siamo in attesa di una deroga, ma di una vera e propria riapertura. La riapertura, con le dovute deroghe, può avvenire in qualsiasi momento, quindi il 31 dicembre non è un termine perentorio, ed è subordinata a due questioni: primo, l’impegno dell’assessorato regionale alla Sanità ad intervenire per mettere in sicurezza il centro (impegno già preso dalla Regione e comunicato al Ministero); secondo, dal parere che darà il Comitato Percorso Nascite nazionale sulla struttura di Petralia. È necessario a questo punto l’impegno, civile, sociale e politico di tutta la comunità madonita».

«Noi sappiamo benissimo- continua la deputata del Pd- quanto sia strategico l’ospedale di Petralia e quanto esso conti all’interno della Strategia delle Aree Interne che stiamo mettendo in campo su progetto del governo Nazionale. Questa è la battaglia che ogni cittadino madonita deve sentire propria. Chiedo a tutte le autorità- conclude Magda Culotta- e ai comitati del territorio, di portare questa causa avanti insieme. Io ci sono, come ci sono sempre stata».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati