Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'appello

Pulizie negli ospedali siciliani, la Uiltucs: «Siano salvaguardati i livelli occupazionali»

La società Dussmann sta procedendo con le operazioni di subentro e ha richiesto tutti i dati relativi ai lavoratori che nell'Isola sarebbero circa 2.500 di cui 800 circa solo a Palermo.

Tempo di lettura: 2 minuti

Cambia l’appalto delle pulizie negli ospedali siciliani. La società Dussmann sta infatti procedendo con le operazioni di subentro e ha richiesto tutti i dati relativi ai lavoratori che nell’Isola sarebbero circa 2.500 di cui 800 circa solo a Palermo. Lo rende noto la Uiltucs Sicilia che chiede la massima trasparenza a tutela dei lavoratori, a fronte del rischio che possano verificarsi dei tagli. «Questa accelerazione- spiega Marianna Flauto, segretario generale del sindacato- non deve impedire alle organizzazioni sindacali affrontare e gestire, con i tempi dovuti, il cambio di appalto. Le procedure di gara sono basate su parametri che risalgono al periodo 2014-2016, e dunque certamente non rappresentative dell’attuale situazione delle strutture sanitarie che richiedono interventi evidentemente diversi e più frequenti nell’ambito delle pulizie e della sanificazione. Lo scenario e il fabbisogno sono profondamente mutati sia a  seguito della pandemia sia a seguito dei pensionamenti di questi ultimi anni dopo quota 100, che hanno visto un maggiore  impegno in termini di ore e di servizi da parte delle società appaltatrici”.

La Uiltucs spiega inoltre che «come sindacato siamo storicamente presenti nel settore con i nostri rappresentati e abbiamo chiesto un incontro urgente per partecipare al tavolo di confronto sul cambio di appalto e discutere questi argomenti. I lavoratori devono essere tutti garantiti, assicurando le medesime condizioni normative e contrattuali. È una situazione molto delicata che va affrontata in maniera attenta e nei tempi giusti. Come Uiltucs vigileremo affinchè l’appalto si realizzi secondo le previsioni di legge e contrattuali, a tal proposito abbiamo già chiesto al committente di vigilare, così come previsto dalla normativa, affinchè il cambio avvenga secondo previsioni di legge e senza “sorprese” ».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati