Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali Pubbliredazionale

A Caltanissetta

Ospedale Sant’Elia, primo impianto di protesi uditiva a conduzione ossea

L’intervento inedito per la Sanità nissena è stato eseguito dall'equipe del Reparto di Otorinolaringoiatria diretto dal Dott. Francesco Paolo Manzella in una ragazza di 21 anni affetta da una grave forma di ipoacusia.

Tempo di lettura: 3 minuti

CALTANISSETTA. Il 26 maggio per la prima volta nella storia della sanità nissena è stato eseguito presso l’Ospedale S.Elia un intervento di impianto chirurgico di una protesi uditiva a conduzione ossea, in una ragazza di 21 anni affetta da una grave forma di ipoacusia. L’intervento è stato eseguito dall’equipe del Reparto di Otorinolaringoiatria diretto dal Dott.Francesco Paolo Manzella coadiuvato dalle Dottoresse Elisa Tocco e Danila Schembri. Ci spiega il Dr.Manzella che «l’impianto, denominato Baha 6, è consistito nell’inserimento di una vite in titanio nell’osso mastoide (dietro l’orecchio) della paziente, in uno con un magnete, i quali restano totalmente sotto la pelle della stessa e, successivamente, a ferita chirurgica completamente guarita, nell’apposizione esterna, con attacco “a calamita”, di un processore (c.d. esoprotesi) che raccoglie i suoni dall’ambiente esterno e li trasforma in vibrazioni che attraverso l’osso raggiungono il nervo acustico della paziente e le consentono di tornare a sentire».

Il dispositivo è completo di tecnologia bluetooth e consentirà alla ragazza di poter adoperare tutte le tecnologie (telefoni, tv, pc, etc…) che rientrano nell’ormai ordinario uso quotidiano di tutti noi. Lo scopo, quindi, è restituire a questi pazienti la possibilità di un ritorno ad una vita ed una socialità “normali”. Questo evento fa parte del percorso che vede questo reparto impegnato nel rilancio, nel territorio nisseno, delle cure alle patologie otorinolaringoiatriche e che, prima di oggi, avrebbe imposto, al paziente, di rivolgersi ad altre strutture regionali o extra-regionali lontane dalla propria città. In soli tre mesi, dall’insediamento del Dott.Manzella presso l’Ospedale di Caltanissetta, sono stati eseguiti numerosi interventi chirurgici di endoscopia nasale, di chirurgia della parotide e del collo, di chirurgia dell’orecchio medio e altro.

«Questo successo di buona sanità siciliana– conclude il Dott. Manzella- possibile anche nell’epoca del Covid-19, è, certamente, anche merito delle giuste scelte strategiche compiute, in questi anni, dall’attuale Direzione Strategica dell’ospedale formata dal Direttore Generale (Ing. Alessandro Caltagirone), dal Direttore Sanitario Aziendale (D.ssa M.Santino), dal Direttore Amministrativo (Dott. P. Genovese), dal Direttore Sanitario di Presidio (Dott. B. Trobia) e da tutto l’attuale management dell’ospedale di Caltanissetta a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti nonché al fantastico personale medico ed infermieristico, sia di reparto che si sala operatoria ed in particolare al Dr. Giovanni Di Lorenzo senza il cui supporto organizzativo di sala operatoria non sarebbe stato possibile raggiungere questi risultati chirurgici».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati