Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali Pubbliredazionale

Il pubbliredazionale

Fondazione Giglio di Cefalù, ecco come si sta rilanciando la Chirurgia senologica

PALERMO. Avanguardia chirurgica da Milano al servizio della Sanità siciliana. Una sfida, quella del dott. Roberto Gennari (nella foto), non solo per rilanciare la chirurgia senologica nella Breast Unit della Fondazione Giglio di Cefalù ma anche per ridurre le frequenti migrazioni Sud-Nord delle pazienti affette da tumore alla mammella. Chirurgo di fama internazionale e giunto […]

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Avanguardia chirurgica da Milano al servizio della Sanità siciliana. Una sfida, quella del dott. Roberto Gennari (nella foto), non solo per rilanciare la chirurgia senologica nella Breast Unit della Fondazione Giglio di Cefalù ma anche per ridurre le frequenti migrazioni Sud-Nord delle pazienti affette da tumore alla mammella.

Chirurgo di fama internazionale e giunto a Cefalù alla fine del 2017,  Gennari ha maturato la sua esperienza allo IEO di Milano, sotto la direzione di Umberto Veronesi, alla Fondazione Maugeri di Pavia, sotto la direzione del prof. Alberto Costa ed è uno dei due italiani tra i 100 chirurghi nel mondo ammessi al “Surgical Leadership Program 1819” dell’Harvard Medical School.

L’impostazione voluta dal dott. Gennari, che ha al suo attivo 7 mila interventi di senologia come primo operatore, è quella di un trattamento multidisciplinare delle pazienti dalla diagnosi al follow up con una particolare attenzione alle cosiddette pazienti mutate, le quali presentano cioè una predisposizione genetica allo sviluppo del tumore alla mammella.

A loro, viene proposto un test con cui verificare la presenza o meno dell’oncogene che può dare luogo all’insorgenza del neoplasia. Ottenuta la diagnosi, la paziente viene quindi avviata a un percorso di prevenzione fino all’intervento di mastectomia con asportazione bilaterale della ghiandola mammaria e con ricostruzione immediata nella stessa operazione.

I casi di carcinoma mammario sono in costante aumento. Ogni anno si calcolano infatti 2 milioni di nuovi casi al mondo che, secondo stime recenti, tenderanno a raddoppiare nel 2035.

Roberto Gennari

Il valore aggiunto offerto dalla Breast Unit della Fondazione Giglio di Cefalù, sono gli interventi di oncoplastica con asportazione microchirurgica della neoplasia e dei linfonodi. Queste procedure, grazie all’applicazione di tecniche di chirurgia plastica alla chirurgia dei tumori, garantiscono un evidente risultato estetico con un ridotto impatto psicologico sulla paziente.

In alcuni casi selezionati, il dott. Gennari ricorre anche alla nipple sparing, un tipo di mastectomia messa a punto a Milano che prevede la conservazione del complesso areola-capezzolo.

A breve inoltre il Centro si doterà della Iort, un apparecchio con cui è possibile eseguire la radioterapia intraoperatoria a campo aperto risparmiando alle pazienti i trattamenti successivi all’intervento, della durata di circa quattro settimane.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati