Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Policlinici Pubbliredazionale

L'intervento

Cannizzaro, sorda sin da piccola ritorna a sentire grazie a una protesi acustica

L'impianto chirurgico a condizione ossea è stato effettuato con successo su una giovane paziente.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. Sorda sin dalla prima infanzia in entrambe le orecchie a causa di gravi patologie infiammatorie, recupera l’udito grazie all’impianto chirurgico di una protesi acustica a conduzione ossea: una giovane, che non aveva risposto al trattamento con protesi acustiche tradizionali, è la prima paziente ad essere trattata chirurgicamente per tale condizione invalidante nell’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria e Chirurgia cervico-facciale, diretta dal dott. Vincenzo Saita, dell’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania.

Grazie all’impegno professionale dei medici dell’UOC dott. Salvatore Pricoco e dott. Alfio Azzolina, l’Azienda Cannizzaro entra a far parte dei centri d’eccellenza che eseguono il trattamento chirurgico di soggetti che, per ragioni congenite o sopravvenute patologie infiammatorie (come nella fattispecie in questione), sono affetti da sordità profonda osteoconduttiva.

«La protesi acustica a conduzione ossea- spiega il dott. Pricoco, responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Audiologia e Microchirurugia Auricolare- consiste nell’inserimento di una vite in titanio e di una placca magnetica di circa 2 cm di diametro nell’osso cranico cosiddetto mastoide, posteriormente al padiglione auricolare, e nell’applicazione di un processore esterno, piccolo e molto efficiente, che consente di potere tornare a sentire e, grazie all’elevato contenuto tecnologico del dispositivo, recuperare una condizione di normalità sociale e familiare».

L’introduzione di questo trattamento s’inserisce nel percorso dell’Azienda Cannizzaro, sostenuto dal direttore generale dott. Salvatore Giuffrida in coerenza con le indicazioni dell’Assessore alla Salute avv. Ruggero Razza, volto allo sviluppo di terapie innovative in grado di rafforzare e qualificare l’offerta del Servizio Sanitario Regionale.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati