Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Salute e benessere Pubbliredazionale

I dettagli

Asp di Messina, tabelle dietetiche per una corretta alimentazione scolastica

L'iniziativa è rivolta ad Asili Nido, Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di I grado della provincia. L'obiettivo è l’adozione di corrette abitudini alimentari per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie cronico-degenerative.

Tempo di lettura: 5 minuti

L’ASP 5 di Messina (Direttore F. F. Dr. Bernardo Alagna) presenta le tabelle dietetiche elaborate per la ristorazione scolastica rivolte agli Asili Nido, Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di I grado della provincia di Messina. L’esigenza di facilitare, sin dall’infanzia, l’adozione di corrette abitudini alimentari per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie cronico degenerative (malattie cardiovascolari, diabete, tumori, ecc) di cui l’alimentazione scorretta è uno dei principali fattori di rischio, ha motivato questa ASP, seguendo le linee guida del Ministero della Salute, a produrre un documento unico da far adottare a tutte le scuole della Provincia di Messina per dare un messaggio univoco di prevenzione negli stili di vita.

Un’alimentazione equilibrata è determinante per uno sviluppo sano a partire dalla fase prenatale, poi durante l’infanzia e nelle fasi successive della vita. È necessario educare i bambini ad un sano stile alimentare, iniziando dalla famiglia e proseguendo nella scuola creando così un’alleanza che permetta al bambino di acquisire abitudini salutari che permangano nel corso degli anni garantendo benessere psico-fisico. I bambini imparano soprattutto osservando , quindi il comportamento dell’adulto è un modello da imitare e una guida per la vita futura. È importante incoraggiare i bambini a sperimentare nuovi cibi, rispettando i loro tempi per accettarli.  Il pranzo a scuola è un momento di socializzazione e concorre a formare il gusto dei bambini e avvicinarli ad alimenti solitamente non graditi. La ristorazione scolastica oltre che strumento di promozione della salute attraverso la corretta alimentazione, deve essere anche strumento di socialità, uguaglianza, integrazione e indirizzo ad un consumo consapevole e sostenibile.

Il Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) – Dipartimento di Prevenzione- tramite l’Area di Igiene e Prevenzione Nutrizionale di cui è responsabile la D.ssa Francesca Turiano che coordina un team di dietisti-educatori F.E.D. ( D.ssa M.L. Lo Prinzi, Dr. A. Martino Cinnera, D.ssa M. Papa, D.ssa N. Vacirca), in regime libero professionale, ha elaborato le tabelle dietetiche per la ristorazione scolastica in armonia con le “Linee di indirizzo nazionale per la Ristorazione Scolastica” (Ministero della Salute G.U.R.S. n. 134 del 11 giugno 2010).
Le tabelle dietetiche sono a disposizione dei sindaci dei Comuni della provincia di Messina, in quanto responsabili dei servizi di mensa nelle scuole (asilo nido, infanzia, primaria e secondaria di I grado). Sono state elaborate 2 guide rivolte alle amministrazioni comunali, alle scuole e alle ditte incaricate della preparazione dei pasti.

La Prima guida è rivolta in maniera specifica all’asilo nido. La seconda guida è destinata alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria e secondaria di I grado. I menù sono stati formulati sulla base delle indicazioni dei LARN – rev. 2014 (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed Energia per la popolazione italiana), delle “Linee guida per la Ristorazione Scolastica” della Regione Sicilia e delle “Linee Guida per una Sana Alimentazione- rev. 2018” redatte dal CREA (Centro di Ricerca Alimenti e Nutrizione).

Convivialità, stagionalità, territorialità e frugalità sono i principi della Dieta Mediterranea riconosciuta dall’UNESCO come “Patrimonio Immateriale e Culturale dell’Umanità”, che hanno ispirato l’elaborazione delle tabelle dietetiche basate su rotazione stagionale per garantire la variabilità di alimenti (nel rispetto delle frequenze settimanali) come cereali e derivati preferibilmente integrali (pasta e pane), legumi, frutta e verdura freschi, preferibilmente a Km 0, pesce, carni bianche e rosse, uova e formaggi freschi. Viene assicurato dunque un adeguato apporto energetico, a seconda della fascia di età interessata, offrendo una porzione moderata ed equilibrata con attenzione al gusto personale, all’associazione di sapori diversi, agli accostamenti di colore, alle consistenze e alle modalità di presentazione dei singoli piatti.

Nell’elaborazione dei menù si è tenuto conto dei seguenti obiettivi:
• limitare il consumo di zuccheri semplici e del sale aggiunto ai cibi, preferendo quello iodato (come previsto dalla campagna di prevenzione delle patologie della tiroide promossa ogni anno dal Ministero della Salute);
• aumentare l’introduzione di fibre attraverso il consumo quotidiano di 5 porzioni di frutta e verdura così come raccomandato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità);
• aumentare il consumo di pesce azzurro a discapito delle carni rosse;
• incrementare il consumo di legumi e proporli come piatto unico combinati con la pasta o i cereali (perfetta combinazione dei nutrienti);
• limitare il consumo di salumi;
• incrementare il consumo di olio extravergine di oliva a crudo;
• favorire metodi di cottura semplici e salutari.

Ad integrazione dei menù standard sono allegati i menù delle diete speciali ( celiachia, allergie varie – es. allergia al lattosio) e menù per motivi etico – culturali – religiosi. Il pasto consumato a scuola è solo un momento della giornata alimentare, quindi è necessario completarlo dal punto di vista nutrizionale con il pasto da preparare a casa. A tal fine particolare attenzione è stata rivolta alle famiglie elaborando una guida dedicata ai genitori per gestire l’alimentazione a casa.

La guida per la famiglia comprende:
• consigli per il pasto serale che completi in modo bilanciato, dal punto di vista nutrizionale, la giornata alimentare del bambino;
• consigli per spuntini/merende sane (evitando merendine elaborate e confezionate o scegliendo delle proposte semplici da offrire saltuariamente);
• idee per cucinare in famiglia in modo sano e gustoso, riscoprendo ricette della tradizione dando spazio alla creatività e alla fantasia;
• pratiche unità di misure casalinghe come supporto pratico per mettere in tavola porzioni moderate per prevenire l’insorgenza del sovrappeso/obesità sin dalla tenera età;
• tabelle di stagionalità di frutta e verdura;
• indicazioni sull’importanza del movimento per acquisire salutari stili di vita.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati