Dal palazzo

L'appello

Proroghe dei precari, il Sunas: «Urgono stabilizzazioni e nuove assunzioni»

Il segretario generale Salvatore Poidomani commenta la norma che posticipa di due mesi le scadenze dei contratti.

Tempo di lettura: 2 minuti

«Il SUNAS esprime parziale soddisfazione per la scelta della Regione Siciliana di prorogare per altri due mesi i contratti attraverso cui è stato reclutato il Covid 19 che era in scadenza il 31/12/2022». Lo scrive il segretario generale Salvatore Poidomani (nella foto), aggiungendo: «Il sindacato aveva chiesto di prorogare i suddetti rapporti di lavoro fino al 31 dicembre 2023, ma quello che auspichiamo è che si possano creare le condizioni per continuare ad utilizzare queste importanti risorse professionali, anche in virtù delle esperienze e delle competenze acquisite».

«Bisogna anche sottolineare che un mancato rinnovo di quei contratti avrebbe lasciato scoperti centinaia di servizi sanitari e socio sanitari territoriali, per la mancanza di figure professionali essenziali, come gli assistenti sociali, che nel periodo della pandemia hanno garantito interventi e prestazioni indispensabili per dare risposte alle situazioni di bisogno e di disagio in cui si trovano tanti cittadini siciliani» aggiunge Poidomani.

Il SUNAS comunque continua a ribadire «la necessità di garantire alla comunità un sistema di servizi sociali fondato su una organizzazione strutturata, efficace ed efficiente, anche a livello di organici, favorendo rapporti di lavoro stabili ed eliminando le forme di precariato non in grado di assicurare la qualità e l’appropriatezza degli interventi. Per questo proseguiremo nella nostra azione a fianco della categoria professionale degli assistenti sociali sollecitando le istituzioni regionali e locali a procedere a nuove assunzioni, implementando gli organici, utilizzando le eventuali graduatorie esistenti e ricorrendo a forme di stabilizzazione previste dalla legge e in coerenza con i piani aziendali del fabbisogno del personale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1


    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche