ASP e Ospedali

La protesta

Pronto soccorso pediatrico del Cervello chiuso, la Cisl Medici: «Urge ispezione dell’assessorato»

Il sindacato: «Nonostante le numerose richieste il servizio rimane impropriamente all’interno del Presidio Villa Sofia».

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. «Il Pronto soccorso pediatrico di Villa Sofia-Cervello versa da mesi in una situazione di grave disagio: inspiegabilmente ancora oggi è allocato presso il P.O. Villa Sofia, dove era stato temporaneamente trasferito durante il periodo di emergenza pandemica».

Lo scrive il presidente della Cisl Medici Sicilia, Enzo Massima Farinella, in una nota inviata all’assessore regionale alla Salute e ai dirigenti generali della Pianificazione Strategica e del Dasoe, aggiungendo: «Sebbene la fase di emergenza pandemica abbia avuto fine il 31 marzo 2022 e si sia gradualmente proceduto ad una rimodulazione delle UU. OO. del presidio ospedalerio Cervello per ripristinare lo status quo ante, sia in termini logistici che assistenziali, restituendo ai Reparti gli originari spazi di degenza e gli ambulatori, incomprensibilmente analoga azione- nonostante le numerose richieste della Cisl e le sollecitazioni degli operatori del PS pediatrico rivolti alla Direzione Aziendale- ad oggi non è mai stata intrapresa nei confronti del pronto soccorso pediatrico, che pertanto rimane impropriamente all’interno del Presidio Villa Sofia».

«Il perdurare di tale situazione costringe medici ed operatori del Pronto Soccorso pediatrico ad operare in condizioni di grave disagio e i piccoli pazienti ad essere accolti e assistiti in spazi insufficienti ed inadeguati- afferma Farinella- Tutto ciò, nonostante i locali originari del P.O. Cervello siano stati oggetto di ristrutturazione e sono quindi pronti ad accogliere il MCAU Pediatrico già da alcuni mesi. Inoltre, come se ciò non bastasse a rendere necessario il trasferimento immediato al Cervello, si aggiunge la preoccupante situazione epidemiologica che vede in continuo aumento il numero degli accessi per Malattie Respiratorie interessanti l’età pediatrica, e realizza una condizione che impone l’attuazione di un Piano Operativo di contrasto e contenimento immediato ed efficace».

Secondo la Cisl Medici Sicilia «tale azione ovviamente è attivabile solo a condizione che siano presenti: a) Organici di Medici, Infermieri ed OSS conformi agli standard previsti; b) Locali e spazi adeguati per tipologia ed ampiezza ,nel rispetto degli standard di sicurezza previsti dalla Normativa vigente, con Aree di Isolamento e percorsi dedicati».

Dal sindacato aggiungono: «Tali precondizioni in atto non sono rispettate nella attuale postazione del P.O. Villa Sofia, riteniamo pertanto sia improcrastinabile procedere al trasferimento con urgenza, per dare risposte immediate, adeguate ed in sicurezza, alla popolazione pediatrica e per evitare la congestione funzionale del MCAU Pediatrico che si verificherà per il previsto iperafflusso».

«Poiché peraltro continuano a rimanere oscure ed imperscrutabili le ragioni che continuano ad impedire il trasferimento del PS Pediatrico da Villa Sofia al Cervello, e giacché il più volte annunciato trasferimento viene incomprensibilmente e sistematicamente rinviato di giorno in giorno» la Cisl Medici Sicilia «preso atto dell’assenza di risposte da parte della Struttura Commissariale a cui abbiamo chiesto invano chiarimenti e tempi certi» chiede all’assessorato alla Salute «di intervenire, anche con Atti ispettivi e tempestivamente, prima che il previsto ed inevitabile aumento degli accessi al PS divenga insostenibile e determini criticità assistenziali ai pazienti e medico legali agli Operatori».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche