Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

La nota

Pronto soccorso dell’Agrigentino, Catanzaro (PD): «Urge il reclutamento di personale»

La richiesta del deputato regionale all'assessorato alla Salute guidato da Ruggero Razza: «Per fronteggiare l'emergenza personale occorre attivare al più presto le procedure straordinarie».

Tempo di lettura: 2 minuti

«Per fronteggiare l’emergenza personale al Pronto soccorso della provincia di Agrigento e potenziare le altre Unità Operative  occorre attivare al più presto le procedure straordinarie di reclutamento». È la richiesta che Michele Catanzaro (nella foto), deputato regionale del Partito Democratico, rivolge all’Assessorato Regionale alla Sanità  affinchè intervenga nella risoluzione dei problemi evidenziati in questi giorni nei Non èpresidi sanitari dell’Asp di Agrigento.

«Trascorsa la fase più acuta dell’emergenza Covid- dice Catanzaro- stanno riemergendo le problematiche che affliggono la sanità siciliana e quella agrigentina in particolare. La criticità maggiore è la carenza di personale. Il commissario Mario Zappia ha confermato che la scorsa settimana è stato deliberato il concorso per i medici di Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza, ma intanto il trasferimento all’area di emergenza dei medici di altri reparti non può essere considerata una soluzione definitiva ma un intervento straordinario e limitato nel tempo».

«Per fronteggiare l’emergenza  è oggi indispensabile che il governo regionale autorizzi l’utilizzo di procedure straordinarie di reclutamento del personale. Servono interventi urgneti per gli ospedali della provincia- aggiunge Catanzaro- Per il “Giovanni Paolo II” di Sciacca come fatto nei giorni scorsi per il San Giacomo d’Altopasso a Licata ed il Barone Lombardo di Canicattì,  chiederò un intervento della Commissione Salute dell’Ars attraverso una risoluzione che impegni il governo regionale a garantire il potenziamento del presidio ospedaliero saccense, sia per l’Area di Emergenza che per le altre Unità Operative che sono in evidente difficoltà. Abbiamo il dovere di garantire il diritto alla salute dei cittadini consentendo  l’accesso alle cure  anche nei Comuni  con maggiori difficoltà  nei collegamenti  viari».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati