ASP e Ospedali

L'annuncio

Pronto soccorso chiuso: per riaprirlo si ricorrerà anche a servizi esterni

A Barcellona persiste la carenza di personale perchè numerosi concorsi sono andati a vuoto. Da qui l'esternalizzazione ad agenzie.

Tempo di lettura: 3 minuti

Il pronto soccorso dell’ospedale Ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto non può aprire poiché tuttora persiste un evidente carenza di personale, nonostante i numerosi bandi espletati dall’Asp per risolvere il problema. Difatti, nella maggior parte dei casi non è pervenuta alcuna domanda e solo in un caso ne sono pervenute 7, ma si è in attesa della nomina di un componente della commissione da parte dell’Assessorato regionale alla Salute, per dare seguito al concorso.

L’Asp di Messina, nel tentativo di giungere ad una soluzione, ha chiesto ora l’autorizzazione all’assessorato regionale alla Salute per poter applicare l’articolo 21 della legge regionale 5 del 2019 ed esternalizzare i servizi del Pronto Soccorso ad agenzie esterne. D’altronde, la carenza di personale in altre Asp regionali o del nord Italia è stata risolta con questo espediente.

Di seguito elenchiamo le Procedure di reclutamento già avviate, in modo celere dall’ASP senza risultati, per le UU.O.O. di Pronto soccorso del presidio ospedaliero di Barcellona Pozzo di Gotto:

1) Avviso pubblico per titoli per la formulazione di una graduatoria per il conferimento di eventuali incarichi a tempo determinato di dirigente medico di medicina d’emergenza -urgenza per il P.O. di Barcellona. Scadenza termine per la presentazione delle domande 26/ 51/2023 Nessuna domanda pervenuta Nessuna domanda pervenuta;

2) Avviso pubblico per titoli per la formulazione di una graduatoria per il conferimento di eventuali incarichi a tempo determinato di dirigente medico di medicina d’emergenza – urgenza per i presidi dell’Azienda. Scadenza termine di presentazione delle domande 14/6/2023. Nessuna domanda pervenuta;

3) Avviso pubblico di manifestazione di interesse per il conferimento di eventuali incarichi libero professionali di medico di medicina d’emergenza -urgenza per i presidi dell’Azienda. Avviso attivato dal 26/6/2023 ed aperto fino al 31/10/2023. Nessuna domanda pervenuta fino ad oggi;

4) Concorso pubblico, titoli ed esami, n. 2 posti Dirigente Medico di medicina d’emergenza – urgenza. Termine per la presentazione delle domande scaduto il 5/6/23 Sono pervenute 7 domande. In attesa della designazione del componente da parte dell’Assessorato regionale.

“L’ospedale c’è, i posti di lavoro pure, ma nessuno vuole occuparli– spiega il manager Bernardo Alagna– Riteniamo questa situazione nasca dalla condizione della sanità pubblica che non può certo competere gli stipendi della sanità privata per problematiche di budget. Inoltre è bene ricordare che “pubblico” e “privato” non hanno gli stessi vincoli gestionali e i manager pubblici non possono combinare i fattori produttivi in loro disponibilità come vorrebbero per raggiungere gli obiettivi a loro assegnati, ma devono seguire dei limiti stabiliti. Nonostante gli sforzi messi in atto dalla nostra azienda sanitaria la totalità dei concorsi è andata deserta, e non è la prima volta. Sarebbe opportuno prevedere delle premialità per alcuni posti considerati disagiati”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche