Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

La polemica

Programmatori informatici, botta e risposta tra Fials e Asp di Palermo

Il sindacato denuncia presunte criticità, ma dall'Azienda sanitaria provinciale contattata da Insanitas arriva la replica.

Tempo di lettura: 1 minuto

Botta e risposta tra la Fials Confsal e l’Asp di Palermo relativamente all’assunzione di 71 nuovi programmatori informatici. Secondo il sindacato «l’azienda ha richiesto ai direttori di fornire indicazioni sulla qualità del lavoro svolto da questo personale assunto a tempo determinato al fine di procedere con eventuali licenziamenti. Questo personale è stato assunto senza i titoli richiesti dalla legge e assegnandolo talvolta ad altre mansioni, per cui ogni giudizio rischia di essere errato a scapito dei lavoratori».

La segreteria provinciale guidata da Enzo Munafò e da Giuseppe Forte ricorda l’iter che ha portato all’assunzione dei programmatori su cui ha presentato denuncia per tutta una seria di presunte criticità. Secondo la Fials ci sarebbe «il tentativo di acquisire pareri per eventuali licenziamenti così giustificando i successivi atti dell’amministrazione». Contattata da Insanitas, l’Asp replica così: «La richiesta inoltrata ai Direttori di struttura è, esclusivamente, finalizzata all’eventuale proroga dei contratti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche