Dal palazzo

Le liste su www.doveecomemicuro.it

Procreazione medicalmente assistita, ecco i primi centri in Italia per numero di procedure

Fonte: dati ISS 2022 relativi al 2020. Il Centro UMR di Sant'Agata Li Battiati, in provincia di Catania, è 5° per numero di cicli ICSI/FIVET.

Tempo di lettura: 8 minuti

Su www.doveecomemicuro.it le liste dei centri italiani di Procreazione Medicalmente Assistita stilate in base al numero di procedure eseguite in un anno (fonte: dati ISS 2022 relativi al 2020): al 1° posto per numero di cicli di ICSI e FIVET c’è il Centro Demetra GeneraLife di Firenze; al 1° per volume di procedure da scongelamento di embrioni (FER) c’è l‘Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano, che è in prima posizione anche per numero di IUI; il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna è al 1° posto per numero di procedure da scongelamento di ovociti (FO) mentre la Clinica Valle Giulia di Roma è al 1° posto per numero di procedure con donazione di gameti.

L’impatto della pandemia da Covid-19 sull’attività di PMA nel 2020 è stato notevole in Italia. I trattamenti di Procreazione Medicalmente Assistita, ritenuti non urgenti, sono tra le procedure mediche sospese o procrastinate con il Decreto del Governo emanato il 9 marzo 2020. In base alla relazione del Ministro della Salute al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge 40/2004, attività anno 2020 centri PMA il conseguente rallentamento si è tradotto nella mancata nascita di 2.857 bambini rispetto al 2019 (-20%).

«La diminuzione dei nati è la diretta conseguenza della riduzione dei cicli eseguiti. L’impatto delle restrizioni dovute ai protocolli per il contenimento della diffusione dell’infezione da Covid-19 sull’applicazione di tutte le tecniche di PMA di I-II-III livello ha fatto rilevare una diminuzione dei cicli di trattamento rispetto al 2019 pari al 19,1%», spiega Giulia Scaravelli, Responsabile del Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita Istituto Superiore di Sanità.

«La riduzione, come atteso, è risultata maggiore per i cicli a carico del Sistema Sanitario Nazionale (-25,6%) rispetto a quella per i trattamenti eseguiti nei
centri privati (-4,1%). Nel complesso, le diminuzioni di attività maggiori si sono osservate nei centri situati nelle regioni del Nord-Ovest (-30%) seguiti dai centri situati nelle regioni del Nord-Est (-15%), cioè le aree maggiormente colpite dal virus. La regione in cui si è registrata la maggiore riduzione di attività è la Lombardia (-32%). I centri italiani hanno comunque dimostrato grandi capacità nell’adattarsi tempestivamente alle nuove esigenze riorganizzando in modo efficiente le attività di cura delle coppie, nonché la loro gestione clinica e di laboratorio».

Quanti sono e come sono distribuiti i centri che erogano prestazioni di PMA?
I centri attivi che hanno effettuato tecniche di PMA in Italia nel 2020, in base alla relazione del Ministro della Salute al Parlamento, sono 332 di cui 101 pubblici, 20 privati convenzionati, 211 privati (135 di I livello e 197 di II e III livello). Gran parte delle strutture (59,9%) nel 2020 risultano concentrate in 5 regioni: Lombardia (55 centri pari al 16,6%), Campania (42 centri pari al 12,7%), Sicilia, Lazio e Veneto (tutti con 34 centri pari al 10,2%).

Come orientarsi se si desidera sottoporsi a PMA?
«Un alto volume di procedure annue ICSI o FIVET è tra i fattori di cui tenere conto per comprendere quali garanzie offre un centro di PMA, così come accade in molteplici ambiti della chirurgia in cui è risaputo esistere una correlazione diretta tra volume di interventi eseguiti in un anno e migliori esiti”, spiega la Prof.ssa Elena Azzolini, medico specialista in Sanità Pubblica e membro del Comitato Scientifico di www.doveecomemicuro.it. “Oltre al numero di cicli ICSI e FIVET è fondamentale considerare i volumi annuali di procedure di crioconservazione di ovociti (FO) e di embrioni (FER), che consentono di avere più probabilità di avviare una gravidanza rispetto al solo utilizzo delle tecniche a fresco, senza la necessità di ripetere la stimolazione farmacologica e di sottoporsi nuovamente al prelievo degli ovociti».

In aumento il tasso di gravidanza cumulativo
Il tasso di gravidanza cumulativo per ciclo iniziato a fresco, che si ottiene sommando i cicli a fresco con i cicli di crioconservazione, nel 2020 è stato del 29,7%, contro il 29,3% del 2019. La differenza del 16,3% con il tasso calcolato solo per le tecniche a fresco equivale ad un incremento del 121,3% di probabilità in più di ottenere una gravidanza rispetto alle sole tecniche a fresco. «Si tratta di un risultato atteso vista la sospensione di alcuni cicli di trattamento durante la pandemia: occorre considerare, infatti, che negli ultimi anni i cicli con crioconservazione di embrioni hanno costantemente aumentato la loro efficacia, dando percentuali di gravidanza maggiori rispetto ai cicli a fresco», spiega Giulia Scaravelli.

Solo un quinto dei centri di II e III livello raggiunge 500 cicli annui
La percentuale di centri di PMA di II e III livello sopra i 500 cicli annui è calata nel 2020. In base alla relazione del Ministro della Salute al Parlamento, solo il 20,6% ha raggiunto questa quota contro il 29,1% del 2019 e una media europea del 45,3% (European IVF Monitoring, EIM anno 2017).

«La riduzione nel 2020 dei centri di PMA di II e III livello che raggiungono i 500 cicli annui di PMA è stata causata dalla momentanea sospensione e procrastinazione dell’attività dei Centri di PMA al fine di contenere gli effetti della pandemia che ha colpito maggiormente i Centri più piccoli. Questo dato, quindi, non rappresenta un reale calo, ma è dovuto all’impatto della pandemia e alle misure adottate dal nostro Paese per contenerla. È vero che in Italia vi è una percentuale maggiore rispetto ad alcuni paesi europei di centri che eseguono un numero ridotto di cicli di PMA, ma dalle analisi dei dati questo non comporta in maniera diretta una minore efficienza delle procedure applicate», spiega Giulia Scaravelli.

PRIMI CENTRI PER NUMERO DI PROCEDURE 

– Centri italiani che nel 2020 hanno effettuato un maggior numero di procedure ICSI / FIVET e numero di cicli eseguiti:

1. Centro Demetra GeneraLife di Firenze (privato convenzionato SSN – 1767)
2. Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) (privato convenzionato SSN – 1632)
3. Istituti Clinici Zucchi di Monza – Gruppo San Donato (privato convenzionato SSN -1458)
4. Clinica Valle Giulia di Roma – Centro Genera (struttura privata non convenzionata SSN – 1268)
5. Centro Unità Medicina della Riproduzione di Sant’Agata li Battiati (CT) (struttura privata non convenzionata – 878)

– Centri italiani che nel 2020 hanno effettuato un maggior numero di procedure da scongelamento di embrioni (FER – Frozen Embryo Replacement) e numero di cicli eseguiti:

1. Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) (privato convenzionato SSN – 1267)
2. Centro Demetra GeneraLife di Firenze (privato convenzionato SSN – 828)
3. Clinica Valle Giulia di Roma – Centro Genera (struttura privata non convenzionata SSN – 732)
4. Istituti Clinici Zucchi di Monza – Gruppo San Donato (privato convenzionato SSN – 682)
5. Ospedale San Raffaele – Gruppo San Donato di Milano (privato convenzionato SSN – 666)

– Centri italiani che nel 2020 hanno effettuato un maggior numero di procedure da scongelamento di ovociti (FO – Frozen Oocyte) e numero di cicli eseguiti:

1. Policlinico Sant’Orsola – Malpighi di Bologna (pubblico – 126)
2. Ospedale Sandro Pertini di Roma – ASL Roma 2 (pubblico – 110)
3. Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) (privato convenzionato SSN – 64)
4. Ospedale Santa Maria – GVM Care & Research di Bari (struttura privata non convenzionata SSN – 49)
5. Centro Fecondazione Assistita di Napoli (struttura privata non convenzionata SSN – 46)

– Centri italiani che nel 2020 hanno effettuato un maggior numero di procedure IUI e numero di cicli eseguiti:

1. Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) (privato convenzionato SSN – 324)
2. Ospedale Santa Maria di Bari – GVM Care & Research (struttura privata non convenzionata SSN – 320)
3. Studio ginecologico Dott. Biondo di Palermo (struttura privata non convenzionata SSN – 270)
4. Cab Polidiagnostico di Barzanò (LC) (struttura privata non convenzionata SSN – 211)
4. Materno Infantile Burlo Garofolo di Trieste (pubblico – 211)
5. Ospedale Vittorio Emanuele III di Carate Brianza (MB) – ASST Brianza (pubblico – 196)

– Centri italiani che nel 2020 hanno effettuato un maggior numero di procedure con donazione di gameti e numero di cicli eseguiti:

1. Clinica Valle Giulia di Roma – Centro Genera (struttura privata non convenzionata SSN – 498)
2. Clinica Eugin di Modena (struttura privata non convenzionata SSN – 464)
3. Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi di Firenze (pubblica – 443)
4. Centro Demetra GeneraLife di Firenze (struttura privata non convenzionata SSN – 370)
5. Chianciano Salute di Chianciano Terme (SI) (privato convenzionato SSN – 365)

Centri di riferimento per coppie siero-discordanti
In Italia, i centri che trattano le coppie siero-discordanti per HIV (sieropositività), HBV (epatite B) o HCV (epatite C) sono 19. “Le procedure applicate in queste eventualità restano le stesse, solo con la possibilità in caso di coppie con partner maschile affetto da HIV di lavaggio e trattamento del seme. Dove invece fosse la donna portatrice di infezione da HIV, la procedura rimane invariata. Per le coppie siero-discordanti per HIV, HBV e HCV è l’applicazione della PMA di per sé il trattamento che, eliminando il rapporto sessuale, esclude il possibile trasferimento dell’infezione fra partner”, spiega Giulia Scaravelli. “Tramite il sito del Registro Nazionale PMA www.iss.it/rpma le coppie possono consultare le schede di attività di ogni Centro di PMA per ogni Regione”.

Un portale aiuta le coppie a scegliere il centro di PMA
Il portale di Public Reporting delle strutture sanitarie italiane www.doveecomemicuro.it vanta un database di oltre 6300 strutture (sanitarie pubbliche e private, centri specialistici, polispecialistici, diagnostici e residenze sanitarie).

Per operare un confronto sulla mole di attività svolta dai Centri di PMA è sufficiente inserire nel “cerca” le seguenti voci: “IUI: inseminazione intrauterina semplice (trasferimento di spermatozoi all’interno dell’utero)”, “ICSI/FIVET: fecondazione in vitro”, “Cicli di fecondazione medicalmente assistita con donazione di gameti”, “FO: crioconservazione degli ovociti” o “FER: crioconservazione degli embrioni”, quindi limitare la ricerca alla città o alla Regione prescelta. In cima alla pagina dei risultati compariranno i centri ordinati per numero di casi trattati, per vicinanza o in base ad altri criteri selezionabili.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche