Dal palazzo

La dichiarazione

Processo sui dati Covid, Razza: «Ho chiesto anticipo per velocizzarlo»

Il commento dell'assessore regionale alla Sanità sul rinvio a giudizio nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Palermo.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Al posto di prolungare l’attesa di un dibattimento ho chiesto di anticiparla. Sulla richiesta di dimissioni mi pare che l’ha fatta chi non ha rinunciato alla sua prescrizione. É un modo di vivere molto diverso: io chiedo di velocizzare il processo, altri invece si piegano alle alchimie del processo». Così l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza (nella foto di Insanitas), rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Palermo sulla presunta falsificazione dei dati Covid.

«Cateno De Luca ha detto che è disposto a costituirsi parte civile?- ha aggiungo Razza- Consiglierei più attenzione perché per costituirsi parte civile in un processo bisogna essere o soggetto danneggiato o persona offesa da reato. Quindi bisognerebbe conoscere i capi di imputazione, fare tutte quelle cose difficili che De Luca non riesce a fare». (ANSA).

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche