Dal palazzo

L'incontro di Palermo

Privati convenzionati, la Medeac: «Insufficienti i budget assegnati»

L'associazione guidata dal dott. Giacomo Galioto annovera medici e dentisti odontoiatri provenienti da tutta la Sicilia.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Assistenza territoriale: problematiche e prospettive». È il titolo dell’incontro tenutosi stamane presso l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Palermo organizzato da Me.de.a.c., l’associazione palermitana che raccoglie medici e dentisti odontoiatri provenienti da tutta la Sicilia.

I professionisti hanno fatto il punto sulla questione sanitaria oggi più che mai aperta alla luce degli interventi normativi legati alla manovra nazionale al vaglio del parlamento. Ad aprire i lavori è stato il Presidente della Me.de.a.c., dott. Giacomo Galioto, poi sono seguiti i saluti istituzionali della senatrice Dolores Bevilacqua e dell’eurodeputata On. Tardino che ha di fatto ribadito l’apporto della sede europea alle prestazioni della strutture convenzionate esterne.

Sono intervenuti l’avvocato Giovanni Giallombardo sindaco di Ficarazzi, il dott. Giuseppe Settineri, presidente dell’AIO Palermo, e il dott. Giuseppe Pizzo, docente all’Università degli Studi di Palermo che ha illustrato il protocollo d’intesa siglato tra Unipa e Regione volto a favorire l’accompagnamento e il training curriculare dei futuri professionisti rispetto ai temi del lavoro e dell’accreditamento presso la rete delle strutture convenzionate.

A margine, il dott. Massimo Grillo che ha moderato l’incontro ha introdotto il collegamento con l’On. Giorgio Trizzino che ha sostenuto l’importanza dei fondi strutturali nella riforma territorio-ospedale in una logica domiciliare.

Il Dott. Galioto ha infine fatto sintesi di tutto il lavoro fin qui svolto presso le sedi istituzionali dalla Medeac rispetto alle numerose problematiche che attanagliano le strutture convenzionate esterne, centoventi quelle rappresentate dal sindacato, «per denunciare l’insufficienza dei budget assegnati, precludendo di fatto il sacrosanto diritto alla salute».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche