Prevenzione del tumore al seno, lo spot video di “Libertà di Salute”

13 Ottobre 2020

L'appello lanciato da Pietro Spadaro, presidente Lilt Messina nel video realizzato per promuovere la campagna “Nastro rosa“ della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori).

 

di

MESSINA. «Grazie ad una diagnosi precoce del carcinoma mammario riusciamo ad ottenere una sopravvivenza a dieci anni per l’80% delle donne che contraggono questa malattia. Prevenire significa salvare la vita delle donne e poter fare trattamenti meno aggressivi con cure meno impegnative. È importante quindi che le donne facciano annualmente le visite preventive associate ad ecografia e mammografia di ultima generazione».

Ad affermarlo è il dott. Pietro Spadaro, presidente Lilt Messina nel video di “Libertà di Salute” realizzato per promuovere la campagna “Nastro rosa“ della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori).

Il progetto di comunicazione sociale #libertàdisalute, ideato e diretto dalla giornalista Lilly La Fauci e finalizzato a sensibilizzare la popolazione sull’importanza di rispettare la salute propria e altrui, dopo la campagna “Mettiamo la mascherina”, tratta dunque il tema della prevenzione del tumore al seno con uno spot diffuso sulle relative pagine social di Facebook e Instagram “Libertà di salute”.

Pietro Spadaro

La campagna, estesa su tutto il territorio nazionale, è stata contrassegnata dall’illuminazione col color rosa, per il mese di ottobre, dei monumenti più rappresentativi delle varie città che vi hanno aderito.

Tra queste anche il Comune di Messina, che grazie all’interessamento del sindaco Cateno De Luca e dell’assessore Francesco Caminiti, ha visto illuminato di rosa, palazzo Zanca. Proprio la città dello Stretto è impegnata in prima linea nella campagna di informazione e sensibilizzazione promossa dalla Lilt.

«In Italia tra i tumori che colpiscono maggiormente la popolazione- afferma nello spot Lilly La Fauci, ideatrice del progetto “Libertà di Salute”- c’è quello al seno. Con la prevenzione in moltissimi casi è possibile curarlo in modo definitivo. Mi rivolgo a te, donna lavoratrice che torni a casa stanca ogni sera. E a te, madre e moglie che ogni giorno ti prendi cura con amore della tua famiglia e della tua casa. Non dimenticare di prenderti cura di te. Anche e soprattutto in questo momento prenota il tuo controllo al seno. Fallo adesso».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV