Veterinaria

Il bilancio

Prevenzione del randagismo, a Lampedusa 150 microchip e 146 sterilizzazioni

L'iniziativa dell'Asp di Palermo è stata realizzata in collaborazione con l'Amministrazione comunale e le associazioni di volontariato.

Tempo di lettura: 2 minuti

La campagna di prevenzione del randagismo dell’Asp di Palermo ha fatto tappa a Lampedusa dove i veterinari dell’azienda sanitaria hanno sterilizzato 130 gatti e 16 cani. L’iniziativa, curata dall’UOC Igiene Urbana e Lotta al Randagismo, guidata da Antonino Pecoraino, è stata realizzata in collaborazione con l’Amministrazione comunale e le associazioni di volontariato.

«Sono stati effettuati anche numerosi sopralluoghi per il monitoraggio dei cani vaganti o randagi- ha spiegato Pecoraino- Abbiamo promosso anche una attività di convincimento e promozione all’identificazione dei cani di proprietà dei cittadini. Un particolare ringraziamento va al sindaco, Filippo Mannino, al presidente del Consiglio comunale, Giacomo Mercurio, alla polizia municipale e ai volontari e alle associazioni che hanno fornito un supporto indispensabile, senza il quale non si sarebbe potuto avere il notevole afflusso di gatti e cani da sterilizzare».

L’equipe- guidata da Antonino Pecoraino e composta dagli operatori della UOS canile sanitario di Palermo, i veterinari Sebastiano Lombardo, Alessandro Altomare e Luigi Arcuri e dall’assistente sanitario, Giovanni Francesco Cangelosi- ha anche impiantato 150 microchip.

«Di particolare interesse- ha aggiunto Pecoraino- è stata l’attività didattica e informativa sul randagismo promosso nella scuola media e al liceo. Gli studenti hanno dimostrato particolare sensibilità sul tema».

Contemporaneamente all’attività della UOC Randagismo, è stata impegnata a Lampedusa anche la UOC Servizio igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche, guidata da Francesco Francaviglia che, oltre a dare supporto ai colleghi nel rispetto della interdisciplinarità, ha operato controlli sul benessere animale negli allevamenti ovini dell’isola.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche