Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
violenza sessuale

ASP e Ospedali

Entrambi al Pronto soccorso

Prevenzione e contrasto della violenza sulle donne, due progetti all’ospedale Borsellino di Marsala

Il Pronto Soccorso del nosocomio diretto dal Salvatore Vasta è stato individuato come referente per l’ ASP di Trapani. Il primo prevede la formazione per medici ed infermieri, il secondo l'applicazione del "Codice rosa" riservato anche ai minori maltrattati. Il dg De Nicola: «Abbiamo scelto questo ospedale proprio per dare un riconoscimento alla professionalità di un reparto spesso sottoposto a ingiuste critiche».

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. Il Pronto Soccorso dell’ospedale Paolo Borsellino di Marsala, diretto dal dr. Salvatore Vasta, è stato individuato come referente per l’ ASP di Trapani nell’ambito di due progetti sulla “violenza di genere”:

1. “Programma di formazione blended per operatori sanitari e non, mirato al rafforzamento delle reti territoriali per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere” promosso e finanziato dal ministero della Salute. Il progetto prevede incontri, in presenza e Formazione a distanza, rivolti a medici e a infermieri di 28 servizi di Pronto Soccorso in quattro regioni italiane (Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia).

2. Progetto “ Codice Rosa” promosso dall’assessorato regionale alla Salute, riservato, oltre che alle donne vittime di violenza, anche ai minori maltrattati.

«Abbiamo individuato l’ospedale di Marsala- ha detto il direttore generale dell’Asp, Fabrizio De Nicola – proprio per dare un riconoscimento alla professionalità di un reparto spesso sottoposto a ingiuste critiche».

I referenti, oltre al primario, sono la dr.ssa Francesca D’Angelo ed il dr. Antonio Panzarella. L’obiettivo di tali progetti è quello di formare il personale ospedaliero a governare il percorso sanitario di una donna che ha subito violenza di genere (psicologica, fisica o sessuale).

«Il percorso, che inizia al pronto soccorso- spiega Vasta- prevede un iter definito e condiviso, dall’accoglienza alla applicazione di particolari procedure sanitarie, fino alla dimissione e attivazione, con la presa in carico, di specifiche strutture territoriali dell’ASP».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati