Dal palazzo

L'appello

Precari, l’Ugl Salute: «Siano stabilizzati pure i contrattisti Co.Co.Co. e click day»

Il sindacato chiede di adeguare i bandi già pubblicati «prevedendo l'inclusione di questi lavoratori ingiustamente esclusi».

Tempo di lettura: 2 minuti

«L’UGL Salute, rilevando l’esclusione dai processi di stabilizzazione degli operatori sanitari Covid contrattualizzati con contratti Co.Co.Co. e selezionati con procedura click day, chiede a tutte le Aziende Sanitarie e ai Presidi Ospedalieri della provincia di Palermo di adeguare i bandi di stabilizzazione già pubblicati prevedendo l’inclusione di questi lavoratori ingiustamente esclusi».

A dichiararlo è Enzo Ginnastica (nella foto), segretario provinciale UGL Salute di Palermo, il quale aggiunge: «Chiediamo che il servizio svolto con abnegazione e spirito di sacrificio da questo personale precario- al netto di contrattualizzazione e modalità di selezione- venga riconosciuto, consentendo a chi ha maturato i 18 mesi di servizio (di cui 6 nell’emergenza Covid) da gennaio 2020 a giugno 2022 o i 36 mesi previsti dalla legge Madia di accedere ai processi di stabilizzazione».

Critico l’atteggiamento del sindacato nei confronti di tutte quelle Aziende Sanitarie e di tutti quei Presidi dell’Area Metropolitana di Palermo «che con atteggiamento discriminatorio stanno procedendo alle stabilizzazioni esclusivamente dei lavoratori con contratti a tempo determinato».

«Per quanto esposto chiediamo che tali precari, così come previsto dalla normativa nazionale, siano coinvolti nella stabilizzazione previo espletamento di prove selettive- aggiunge Ginnastica- Servono interventi univoci e condivisi e sollecitiamo l’assessorato regionale della Salute ad avviare con il sindacato una interlocuzione per aggiustare tutte le criticità evidenziate».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche