Dal palazzo

L'appello alla Regione

Precari e concorsi, il Nursind Sicilia: «Giungla di procedure, si metta ordine»

Il sindacato annuncia lo stato di agitazione del personale e una manifestazione di protesta per il 21 novembre

Tempo di lettura: 2 minuti

«Giungla di procedure nelle stabilizzazioni dei precari della sanità siciliana». È quanto denuncia il sindacato Nursind che annuncia lo stato di agitazione del personale e una manifestazione di protesta per il 21 novembre. I segretari provinciali dell’Isola si sono riuniti a Caltanissetta per discutere le strategie politiche e i temi chiave che intendono affrontare con l’assessore regionale alla Sanità, Giovanna Volo e all’Ars. In assenza di un riscontro, gli infermieri sono pronti a tornare in piazza.

Durante i lavori, coordinati dal segretario regionale Salvo Calamia e dal vicesegretario nazionale Salvo Vaccaro, si è discusso anche della necessità delle dotazioni organiche e della necessità di nuovi coefficienti per potenziare il personale sanitario. A riguardo è stato discusso anche il concorso per infermieri e operatori sociosanitari della Regione. «Abbiamo chiesto l’intervento della Presidenza delle Regione e dell’assessore alla Salute- dicono Calamia e Vaccaro- per utilizzare le graduatorie con i posti originari messi a bando».

Altro tema affrontato riguarda il pagamento indennità di pronto soccorso. I segretari territoriali hanno rilevato che il sistema di pagamento non è conforme al contratto e hanno chiesto di lavorare per assicurare un trattamento giusto per tutti i professionisti impegnati nel soccorso sanitario. Altra criticità nel Sues 118, dove è stato proposto un aumento delle tariffe orarie per il servizio incentivante.

Questi argomenti saranno affrontati in un incontro che il Nursind chiede sia all’assessore alla Sanità sia alla commissione Sanità all’Ars, dove auspica un’audizione per discutere lo stato dell’arte sulle iniziative intraprese.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1


    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche