assunzioni asp di palermo

Precari dell’Asp di Palermo, i sindacati: «Risultati importanti dal vertice in assessorato»

24 Ottobre 2019

Il commento di Cgil, Cisl, Uil e Fials dopo l'incontro sulla vertenza per le stabilizzazioni. Da piazza Ziino confermano la volontà di stabilizzare tutti i contrattisti.

 

di

PALERMO. «Svolta decisiva per la stabilizzazione dei contrattisti dell’Asp di Palermo». Lo fanno sapere con una nota Gaetano Agliozzo e Lillo Sanfratello (Cgil), Paolo Montera e Gaetano Mazzola (Cisl) e Enzo Tango e Giuseppe Amato (Uil) al termine dell’incontro tenutosi oggi all’assessorato alla Salute fra i vertici del gabinetto dell’Assessore ed il management dell’Asp, con in testa il dg Daniela Faraoni.

«Abbiamo ottenuto importanti risultati- commentano i sindacalisti- incassando l’impegno del direttore generale, Daniela Faraoni, di individuare ulteriori 50 posti di operatori sociosanitari da inserire nel piano del fabbisogno, che sarà modificato».

Fra i punti condivisi oggi fra sindacati confederali e management aziendale anche la ricollocazione del personale inserito in graduatoria in altre strutture ospedaliere di Palermo, qualora non si rendessero disponibili altri posti negli organici della stessa azienda.

L’assessorato si è impegnato a procedere alla convocazione dei manager delle aziende sanitarie che operano nel territorio della provincia di Palermo, per poter garantire la stabilizzazione di tutto il personale contrattista.

Inoltre i vertici dell’Asp si sono impegnati ad avviare ulteriori procedure di reclutamento per categorie superiori con la valorizzazione della professionalità maturata dal personale contrattista.

L’ASSESSORATO ALLA SALUTE: “Volontà di stabilizzare tutti i contrattisti”

La conferma arriva dallo stesso assessorato guidato da Ruggero Razza: “Nel corso degli incontri è stata confermata la volontà di prevedere, entro il 31 dicembre 2020, ad una sottoscrizione di un contratto a tempo interminato per tutti i contrattisti- sottolineano dagli uffici di piazza Ziino- In particolare si ribadita la necessità di individuare una soluzione nel solco della Legge Madia e di sfruttare la possibilità di un processo di riconversione dei profili professionali mediante una formazione volontaria promossa dalla stessa Asp di Palermo”.

Dall’assessorato alla Salute aggiungono: “Con Fials, Cisal, Ugl e Usae Fsi è stato concordato altresì che il management dell’Asp attiverà un tavolo aziendale destinato al personale contrattista per prevedere ulteriori processi di impiego con contratto stabile e se entro il 31 dicembre 2020 non dovessero completarsi tutte le procedure di stabilizzazione, l’Asp garantirà provvedimenti idonei al completamento del percorso”.

Il COMMENTO DELLA FIALS-CONFSAL

“Apprezziamo l’impegno dell’assessore regionale alla Salute, Razza e della dirigente generale dell’Asp di Palermo, Faraoni, nei confronti dei contrattisti dell’Asp. Un cambiamento di rotta che giudichiamo positivamente e che prevede finalmente un percorso per la stabilizzazione di tutto il bacino”.

Lo affermano il segretario provinciale Fials-Confsal Palermo, Enzo Munafò ed il vice Giuseppe Forte al termine del vertice in assessorato.

Il tavolo si riunirà nuovamente nell’ultima decade di novembre per verificare lo stato di attuazione dell’accordo e le disponibilità di assunzione presso le altre aziende sanitarie cittadine.

Nel frattempo Stefania Munafò, commissario cittadino di Diventerà Bellissima, si dice “soddisfatta per l’importante cronoprogramma stilato oggi e per gli impegni presi dall’assessore e dalla manager dell’Asp e annuncia che si farà portavoce presso l’assessore per ottenere la valutazione del criterio dell’anzianità di lavoro ai 650 contrattisti. Ritengo sia possibile riportare il criterio a quanto previsto nel protocollo d’intesa siglato nell anno 2011 con l’ex assessore Russo, valido solo per il personale contrattista. Peraltro considerato che sia l’Asp di Trapani sia di Caltanissetta lo hanno già fatto”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV