Dal palazzo

L'intervento

Precari della Sanità, la Cisl Fp: «Bene la direttiva sulle stabilizzazioni»

Il sindacato commenta la sospensione dei concorsi e i sette punti in più nei bandi per gli esclusi dalla stabilizzazione.

Tempo di lettura: 2 minuti

«L’emanazione della direttiva attuativa del protocollo per la stabilizzazione dei precari della sanità e la sospensione dei concorsi per il personale del comparto, banditi e in corso dalle Asp, sono un fatto positivo perché consentono di procedere alla firma dei contratti a tempo indeterminato da parte dei lavoratori. Entrambi sono risultati da noi fortemente richiesti e sostenuti fin dal momento della redazione e della firma del Protocollo d’intesa tra sindacati e assessore».

A dichiararlo sono Paolo Montera (nella foto di Insanitas) e Marco Corrao, rispettivamente segretario generale e segretario regionale con delega alla Sanità della Cisl Fp Sicilia, commentando la notizia pubblicata in anteprima da Insanitas ieri sera.

«L’emanazione della direttiva è fondamentale- aggiungono- perché oltre a sottolineare la valenza del protocollo e delle priorità da osservare per le stabilizzazioni, dà chiare indicazioni alle aziende sulla sospensione dei concorsi, come da noi sostenuto durante gli incontri propedeutici al protocollo. Alle indicazioni dovranno attenersi tutte le aziende e la Cisl Fp vigilerà a livello territoriale affinchè sia così».

Il punteggio premiale per i precari

Tra le previsioni della direttiva, innanzitutto, c’è la proroga dei rapporti di lavoro in attesa della stabilizzazione. I sindacalisti sottolineano inoltre «la rilevanza della previsione che riconosce nei concorsi, anche per quelli già banditi e non conclusi, di un ampio punteggio di valutazione dei titoli al personale escluso dalle procedure di stabilizzazione. La direttiva – spiegano Montera e Corrao – come previsto nel protocollo, attribuisce un punteggio di 0,3 punti per ognuno dei mesi di servizio fino a un massimo di 7 punti al personale che ha prestato almeno 6 mesi di servizio».

«Questo punteggio aggiuntivo- concludono- premia l’esperienza acquisita di coloro che parteciperanno ai concorsi, nelle more che si riesca ad ottenere una norma che possa consentire anche al personale attualmente escluso di poter essere stabilizzato. Su questo punto la nostra organizzazione sindacale è fortemente e incessantemente impegnata a livello nazionale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche