Dal palazzo

L'appello

«Precari Covid, la Regione fissi i criteri per la stabilizzazione»

La segreteria regionale del Nursind-Cgs chiede un intervento urgente al presidente Renato Schifani e al governo che a breve sarà costituito.

Tempo di lettura: 2 minuti

«Tocca alla Regione individuare criteri e modalità per avviare la stabilizzazione dei lavoratori della sanità assunti per l’emergenza covid». Lo scrive in una nota la segreteria regionale del sindacato Nursind-Cgs, guidata da Salvatore Calamia, che chiede un intervento urgente al presidente della Regione, Renato Schifani, e al governo che a breve sarà costituito.

Il Nursind-Cgs ricorda che già la legge Madia consente di stabilizzare il personale precario, e le aziende sanitarie hanno avviato la ricognizione del personale in possesso dei requisiti previsti dalla recente normativa. «Il 31 dicembre– scrive il sindacato- scadranno nuovamente i contratti del personale che in questi anni ha lavorato in condizioni estreme, con grande spirito di sacrificio, mettendo a rischio la propria vita. La legge ha previsto la possibilità di stabilizzazione per chi ha lavorato in trincea per un determinato periodo. Tra l’altro questo personale è stato assunto rispettando i posti vacanti in dotazione organica, per assicurare non solo l’assistenza ai pazienti affetti da covid ma anche il buon funzionamento di tutto il sistema».

Dal sindacato sottolineano: «Dunque è fondamentale che la Regione individui subito, così come previsto dalla legge, i criteri per stabilire le linee guida per le stabilizzazioni e per procedere ai percorsi di reclutamento. A tal fine auspichiamo che il governo proceda a una rimodulazione del fabbisogno e del tetto di spesa per non perdere le professionalità acquisite».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche