Dal palazzo

La nota

Precari Covid, la Fials Sicilia: «Prorogare i contratti e avviare le stabilizzazioni»

Il sindacato scrive al governo nazionale lanciando l'allarme sulla tenuta del sistema sanitario se questo personale dovesse venire meno.

Tempo di lettura: 2 minuti

Prorogare fino a fine anno i contratti di tutto il personale assunto per l’emergenza covid e avviare iniziative per la stabilizzazione dei precari. La Fials Sicilia scrive al governo nazionale lanciando l’allarme sulla tenuta del sistema sanitario se questo personale dovesse venire meno.

«Con la fine dell’emergenza covid prevista per il 31 marzo- scrive il segretario regionale Sandro Idonea– il personale assunto per far fronte alla pandemia con fondi specificamente dedicati, dovrebbe cessare il rapporto di lavoro con le Aziende sanitarie. Ne conseguirebbe una grave situazione emergenziale, sia in conseguenza del perdurare della pandemia, se pure in forma meno preoccupante, sia per la ripresa dell’attività sanitaria routinaria, fortemente limitata negli ultimi due anni».

E in una nota al ministro della Salute, Roberto Speranza, la Fials ricorda che «il sistema sanitario negli ultimi anni ha portato alla fuoriuscita di oltre 50 mila unità di personale, non adeguatamente bilanciate da assunzioni dall’esterno».

Per questo motivo ribadisce la necessità di «prorogare fino a fine anno i contratti del personale assunto per l’emergenza e di estendere a tutte le categorie professionali del diritto alle procedure di stabilizzazione, atteso che il sistema sanitario, per funzionare, ha bisogno di un apporto multiprofessionale e che sarebbe assurdo disperdere le competenze maturate dai giovani assunti in questi mesi per procedere a nuovi reclutamenti, che dovrebbero acquisire la necessaria esperienza, con il rischio di paralizzare la macchina organizzativa».

La Fials ricorda che la riforma della sanità del territorio, prevista dal Pnrr, impone l’immissione di nuovo personale «rendendo quanto mai inutile e dannosa la cessazione di tutti i rapporti di lavoro in corso».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche