Dal palazzo

L'appello

Precari Covid in Sicilia, la Uil: «Bene la proroga, ma poi siano stabilizzati»

Luisella Lionti ed Enzo Tango commentano l'annuncio fatto in commissione Sanità dell'Ars dall'assessore Razza.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Positiva la decisione di prorogare il contratto al personale medico, sanitario e amministrativo impegnato, ancora oggi, nella lotta contro il Covid. Sono giovani che, in prima linea, hanno lavorato duramente per fronteggiare l’emergenza». Lo affermano Luisella Lionti (nella foto) ed Enzo Tango, segretari della Uil e Uil Fpl Sicilia commentando l’annuncio dato in Commissione Sanità dell’Ars dall’assessore Ruggero Razza (CLICCA QUI).

Inoltre, aggiungono: «Ci auguriamo che vengano adottate tutte le misure necessarie per stabilizzare definitivamente il personale sanitario rispettando anche le direttive del nuovo piano messo a punto dall’assessore al ramo Razza che prevede una riforma della medicina territoriale in Sicilia. Proprio questo personale potrà essere utilizzato in maniera strutturata. Restiamo in attesa del confronto- concludono Lionti e Tango- ribadendo che, per la Uil, il percorso sarà completato solo quando saranno stabilizzati tutti i lavoratori».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche