ASP e Ospedali

La protesta

Precari Covid, i farmacisti reclutati dalle aziende sanitarie: «Pure noi da prorogare»

Uno di loro ha scritto ad Insanitas: «Dopo i precedenti rinnovi ora siamo una delle poche figure professionali rimaste fuori».

Tempo di lettura: 1 minuto

Precari Covid siciliani: scoppia la protesta anche dei farmacisti reclutati nelle aziende sanitarie. Uno di loro ha scritto ad Insanitas, sottolineando: «Siamo 25, dopo i precedenti rinnovi ora siamo una delle poche figure professionali rimaste fuori nonostante le carenze di organico. Ci hanno voluto con la semplice laurea e dopo un anno e mezzo pretendevano una specializzazione di 4 anni».

Il comitato da loro costituito sottolinea che la figura del semplice farmacista esiste in molte strutture sanitarie italiane. «Sanitari? No, non lo siamo! Socio-sanitari? Neanche? Siamo come i medici non specializzati che sono stati rinnovati? Neanche, nonostante anche noi abbiamo dato il nostro contributo con professionalità e spirito di sacrificio alla campagna vaccinale. Esiste la figura del farmacista negli ospedali, si potrebbe inglobarla considerando la carenza di personale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche