Dal palazzo

L'annuncio

Precari, concorsi e 118: il Nursind sospende lo stato di agitazione

La decisione dopo un vertice in assessorato con il dirigente generale Salvatore Iacolino: «Vigileremo sul rispetto degli accordi».

Tempo di lettura: 3 minuti

Aumento delle tariffe orarie per il servizio del 118, fondi per la classificazione del personale e procedure concorsuali. Sono alcuni degli argomenti su cui il sindacato Nursind ha ottenuto rassicurazioni dall’assessorato regionale della Salute, in un incontro che si è tenuto a piazza Ziino a Palermo.

Il sindacato, alla luce dei risultati emersi nel corso dell’interlocuzione, ha deciso di sospendere lo stato di agitazione, riservandosi di revocarlo se gli accordi saranno rispettati. Dunque al momento viene “congelata ” la manifestazione che era prevista per il prossimo 21 novembre . «Il Nursind- scrive il segretario regionale Salvo Calamia- vigilerà attraverso continue interlocuzioni e incontri sull’operato dell’assessorato per garantire il rispetto degli accordi presi e il miglioramento delle condizioni dei lavoratori del settore».

Erano presenti all’incontro il segretario regionale Salvo Calamia, Salvatore Vaccaro vicesegretario nazionale Nursind e segretario territoriale di Catania, Alfredo Guerriero vicesegretario regionale e Giuseppe Provinzano segretario territoriale di Caltanissetta. Per l’assessorato era presente il direttore generale Salvatore Iacolino.

Tra gli argomenti affrontati quello della stabilizzazione del personale precario e dei concorsi . «La segreteria -afferma Calamia- ha esposto le preoccupazioni riguardanti la non omogeneità delle procedure in tutte le aziende e ha ricevuto rassicurazioni sull’intervento tempestivo dell’assessorato in merito a questa questione. Ringraziamo l’assessore e il direttore Iacolino per la grande disponibilità al confronto. Un altro punto cruciale è stato quello dei nuovi coefficienti e delle dotazioni organiche. La possibilità di aumentare il tetto di spesa per le aziende sanitarie è stata discussa, ma il direttore ha affermato che sarebbe prematuro affrontare la tematica in questo momento, in attesa della formulazione della nuova rete ospedaliera. Si è concordato un ulteriore approfondimento nei prossimi incontri».

Altro punto discusso riguarda il pagamento delle indennità di pronto soccorso. Il Nursind ha evidenziato che il sistema di pagamento attuale potrà ricevere ulteriori miglioramenti e si è giunti nei giorni scorsi a una soluzione mediante la firma di un accordo regionale con i sindacati che prevede la corretta ripartizione del fondo alle aziende e successivamente al personale coinvolto nei pronto soccorso. Anche il Nursind ha sottoscritto questo accordo.

Infine sul 118 la richiesta di aumento delle tariffe orarie per il servizio incentivante. Tale proposta è stata accolta con l’impegno di discutere della questione in un incontro in assessorato il 17 del mese corrente, al quale il Nursind sarà presente.

Nelle prossime settimane inoltre, su invito del sindacato, l’assessorato affronterà la richiesta di verifica di ulteriori fondi da destinare alla classificazione del personale, così come prevede il nuovo contratto, «che ribadiamo sono fondi contrattuali da assegnare ad ogni dipendente fino ad un massimale di 145 euro pro capite. L’impegno a rivedere costantemente insieme determinati temi sarà una nostra priorità» ha dichiarato il segretario regionale Nursind, Salvo Calamia.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche