psicologico gestanti prenatale neonato muore ospedali trapani ringraziamento fototerapia cup
ASP

Potenziamento degli ospedali trapanesi, dalla Regione in arrivo oltre 43 milioni

7 febbraio 2018

Il decreto dell'assessore Razza finanzia progetti immediatamente cantierabili. Ecco il prospetto.

 

di

Sono 43,5 i milioni destinati alla provincia di Trapani per il potenziamento tecnologico, infrastrutturale e gli adeguamenti a norma di strutture sanitarie ospedaliere e territoriali.

Lo prevede il decreto emanato dall’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, su tutta la Sicilia (clicca qui) che ha sbloccato l’accordo di programma ex articolo 20 della legge 67/1988. Il decreto finanzia progetti immediatamente cantierabili, in prevalenza a carattere territoriale, e l’acquisto di arredi e attrezzature. Il 95% del finanziamento sarà a erogato dallo Stato, la parte restante dalla Regione Siciliana.

Questa la ripartizione dei finanziamenti:

-Realizzazione del Servizio di Radioterapia a Trapani: 3.400.000

-Ampliamento e adeguamento a norma del presidio ospedaliero S. Antonio Abate di Trapani: 14.000.000

-Realizzazione del nuovo presidio sanitario polivalente di Alcamo: 21.000.000

-Adeguamento di locali dell’ospedale V. Emanuele III di Salemi da destinare a Presidio territoriale di assistenza: 500.000

-Ristrutturazione ex alloggio suore dell’ospedale Nagar di Pantelleria da destinare a foresteria per il PTA: 500.000

-Ristrutturazione del PTA di Mazara del Vallo ne1Poliambulatorio: 500.000

-Ristrutturazione del Poliambulatorio Ex INAM di Marsala da destinare a PTA 1.400.000

-Ristrutturazione di parte dell’ex P.O. di Castelvetrano, già utilizzato come Poliambulatorio, da destinare a PTA: 1.200.00

-Acquisto arredi e attrezzature da destinare ai PTA della provincia di Trapani : 1.000.000

«Voglio ringraziare l’assessore Razza- commenta il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta– per aver inserito i nostri progetti tra quelli finanziabili, e il dirigente servizio tecnico della nostra azienda Francesco Costa per il lavoro svolto».

Ed aggiunge: «In particolare abbiamo previsto una nuova struttura sanitaria ad Alcamo, visto l’impossibilità di ristrutturare il vecchio ospedale, situato in pieno centro storico, che comprenderà oltre al nuovo presidio ospedaliero, anche i servizi del distretto, dai poliambulatori, al PTA. Ma, come giustamente dice il presidente Musumeci, sono progetti immediatamente cantierabili: anzi il bando per il progetto esecutivo per la realizzazione della nuova palazzina a fianco della struttura centrale del S. Antonio Abate, dove andranno le sale operatorie e la radioterapia, è già stato assegnato da mesi ed è in procinto di essere consegnato. Così potranno partire i lavori. Ma tutta la rete in provincia dei Presidi territoriali di assistenza assumerà un nuovo volto, in idonei locali e con nuove attrezzature».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV