Policlinico di Catania nursind condizionatori vertenza contratto integrativo aziendale

Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, c’è l’accordo sugli avanzamenti di carriera

9 Agosto 2016

L'annuncio del sindacato Nursind.

 

di

CATANIA. Aumenta la platea dei dipendenti del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania che beneficeranno dell’avanzamento economico di fascia economica del personale non dirigente.

Lo fa sapere con un comunicato stampa il Nursind: era stato il sindacato delle professioni infermieristiche a chiedere l’abrogazione di norme ritenute discriminatorie e in un incontro in prefettura che si è svolto nei giorni scorsi ha ottenuto rassicurazioni sul rispetto di un accordo che era stato già firmato a dicembre con l’azienda.

«Quell’intesa non era stata mai applicata- dice Marco Di Bartolo, segretario aziendale del Nursind– segno del maldestro tentativo da parte dell’amministrazione di “far fuori” dalle procedure i dipendenti meno anziani danneggiando soprattutto gli infermieri che sono la quota più grossa che abitualmente è più soggetta a trasferimenti da un’azienda all’altra».

A inizio luglio il Nursind aveva dichiarato lo stato di agitazione del personale Infermieristico. «Siamo consapevoli che le risorse esistenti per il passaggio di fascia non bastano per assicurare il beneficio economico a tutto il personal- aveva detto il sindacato- ma la Direzione generale, pur avendone facoltà, si rifiuta di emanare un regolamento che permetta il beneficio ad una più ampia platea di lavoratori possibile, concedendo il passaggio solo al 50 % degli aventi diritto».

A intervenire era stato Di Bartolo e gli Rsu Salvatore Schillaci, Maria Grazia Consoli e Salvatore Vaccaro che avevano aggiunto: «Come se non bastasse in un regolamento appena emanato, del quale non si evince neanche chiaramente quali Organizzazioni sindacali siano firmatarie, si pone un criterio di ammissione alla selezione alquanto discutibile che esclude automaticamente ed immotivatamente tutti quegli infermieri che sono giunti in azienda dopo il primo settembre 2009».

Da qui l’incontro in prefettura che avrebbe risolto la questione. Dalla riunione è emersa infatti la disponibilità dell’Azienda a rivedere il regolamento, consentendo a una più vasta platea di colleghi di accedere ai passaggi di fascia. Il regolamento sui passaggi di fascia sarà valido 4 anni e sono previste ulteriori progressioni nel triennio 2017/19 man mano che si libereranno risorse.

«Un importante risultato- commentano Di Bartolo e il dirigente nazionale del Nursind, Salvatore Vaccaro- ottenuto con la caparbia tenacia della rappresentanza aziendale Nursind, sempre vicina agli infermieri nella difesa delle proprie prerogative e nella ricerca di condizioni di lavoro migliori».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV