Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Policlinico di Messina prelievo organi maxi tumore adenomi ipofisari meningite energia elettrica portale web tumori neuroendocrini

Policlinici

Il caso

Policlinico Martino, direttore sanitario carente dei requisiti? Interrogazione al Senato

Rivolta ai ministri della Salute e per gli Affari regionali, è stata presentata dalla senatrice Loredana De Petris.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. Un’interrogazione parlamentare per un presunto mancato possesso dei requisiti del direttore sanitario del Policlinico di Messina.

Rivolta ai ministri della Salute e per gli Affari regionali, è stata presentata  (clicca qui) dalla senatrice Loredana De Petris, ecco il prologo: «In merito alla nomina del direttore sanitario dell’azienda ospedaliera universitaria policlinico “Martino” di Messina, dottor Antonino Levita, adottata con delibera n. 2 del 20 giugno 2019 del direttore generale, sarebbero state sollevate perplessità sul mancato possesso dei requisiti, con diverse note trasmesse da parte dell’organizzazione sindacale FGU Gilda Unams (dipartimento università di Messina) alle autorità competenti».

Abbiamo chiesto una replica alla direzione del Policlinico Martino: clicca qui per leggerla

Secondo l’autrice dell’interrogazione  «le contestazioni di tale nomina sollevate dall’organizzazione sindacale si fonderebbero sulla considerazione che il dottor Levita, per essere nominato direttore sanitario, dovrebbe essere in possesso di 10 anni di attività di dirigente sanitario presso la direzione sanitaria, poiché carente di specializzazione in area di sanità pubblica, ed essere stato responsabile di unità operativa complessa per almeno 5 anni».

Inoltre, «in base alle informazioni di cui è a conoscenza l’interrogante, il dottor Levita, assegnato a svolgere le mansioni di dirigente medico presso l’unità ospedaliera di Neurochirurgia traumatologica del policlinico di Messina a regime esclusivo, da gennaio 2009 al 30 aprile 2013 in distacco presso l’IRCCS Neurolesi di Messina, avrebbe svolto contemporaneamente il ruolo di direttore medico presso l’IRCCS e di responsabile dell’area medica presso l’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, due incarichi di direzione sanitaria in due enti diversi, e risulterebbe carente dei requisiti previsti per la nomina di direttore sanitario, anche in virtù del fatto che non possiederebbe l’attestato di formazione manageriale si sensi dell’art. 7 del citato decreto del Presidente della Repubblica n. 484 del 1997».

Infine, la senatrice De Petris conclude: «Si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo siano informati dei fatti esposti e se non ritengano opportuno assumere iniziative, per quanto di competenza, per accertare la piena regolarità del percorso amministrativo intrapreso dal direttore generale del Policlinico e garantire l’assoluta trasparenza, la corretta applicazione della legge e dei principi di buon andamento e di imparzialità dell’amministrazione».

 

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati