Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Insanitas TV

Razza: «In Sicilia misure più restrittive»

Policlinico “Giaccone”, taglio del nastro per sette posti letto di Terapia Intensiva

Si aggiungono a quelli già esistenti, un modulo dei quali sarà adibito all'emergenza Coronavirus. Razza durante l'inaugurazione è stato contattato dal ministro Speranza e ha annunciato le misure più restrittive per la Sicilia, confermate poche ore dopo.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Taglio del nastro al Policlinico “Giaccone” per 7 posti letto di Terapia intensiva (clicca qui per il video). «Si aggiungono a quelli già esistenti, un modulo dei quali sarà adibito all’emergenza Coronavirus che già ci vede presenti con 80 posti letto di degenza ordinaria Covid», ha sottolineato il commissario straordinario Alessandro Caltagirone, sottolineando che saranno operativi in meno di una settimana.

Sette posti letto su 700 mq, 5 in open space e 2 a degenza singola con isolamento aereo e da contatto per le più gravi sindromi infettive: SARS, MERS, COVID-19.

Tecnologicamente all’avanguardia sia per i ventilatori automatici di ultima generazione in grado di gestire le insufficienze respiratorie gravi come l’ARDS causato dagli agenti infettivi come il SarsCov2, sia per i sistemi di monitoraggio invasivo e non invasivo.

«Oggi sono particolarmente soddisfatto e grato- ha detto il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari– perché dopo tanto tempo abbiamo raggiunto un obiettivo grazie all’impegno e alla determinazione del nuovo Commissario Straordinario, Alessandro Caltagirone, e al notevole supporto dell’assessorato della Salute. In questi sei mesi, dalla nomina di Caltagirone, abbiamo riaperto l’IMI, attivato posti letto di degenza Covid anche con la nuova area di pneumologia e riorganizzato la governance».

«La Scuola di Anestesia e Rianimazione del Policlinico” Giaccone” ha una elevata professionalità ed è ai primi posti in Italia per produzione scientifica- ha sottolineato Antonello Giarratano, Direttore del dipartimento di Emergenza e Urgenza- I 76 specializzandi che a breve prenderanno servizio avranno la possibilità di formarsi e crescere in un contesto di alta specializzazione e qualificazione inserito nel più ampio progetto che il Commissario ad acta Tuccio D’Urso porterà a compimento e che, a regime, porterà la struttura dell’Emergenza Urgenza del Policlinico Giaccone di Palermo ad avere 31 posti letto di area intensiva, 18 di Osservazione Breve Intensiva e 5 Sale operatorie su unico piano e unico complesso».

«Un altro importante passo in avanti, quando il governo Musumeci si è insediato i posti letto di terapia intensiva in Sicilia erano 360, ora c’è un aumento del 50 per cento», ha sottolineato l’assessore Ruggero Razza, che durante l’evento è stato contattato telefonicamente dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sul tema della classificazione che attende la Sicilia.

«Ho detto al ministro che da parte nostra c’è preoccupazione. Di concerto con il governo nazionale assumeremo alcune iniziative in queste ore, ma è impropria la classificazione per colori, dobbiamo fare azioni di contenimento che siano socialmente accettate e abbiano valenza dal punto di vista scientifico», ha detto Razza, dicendosi contrario al protrarsi di misure diverse da un giorno all’altro, poichè «decisioni di eccessivo lassismo, come ha dimostrato la scelta delle zone alterne nel periodo natalizio, rischiano di non raggiungere gli obiettivi sperati».

E poche ore dopo è arrivata la conferma: la Sicilia sarà zona arancione.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati