Policlinici

L'annuncio

Policlinico Giaccone, in arrivo l’ambulatorio di Nefro-Cardiologia

Sarà attivato dal 24 maggio e destinato ai pazienti affetti da malattia renale cronica e da cardiopatie.

Tempo di lettura: 2 minuti

Le cure del nefrologo e del cardiologo in un’unica visita ambulatoriale. Dal prossimo 24 maggio, alle ore 14.30, al Policlinico di Palermo avrà inizio l’attività dell'”Ambulatorio di Nefro-Cardiologia” destinato alla gestione ambulatoriale dei pazienti affetti da malattia renale cronica e da cardiopatie. L’attivazione dell’ambulatorio consentirà al paziente nefropatico-scompensato di usufruire, nell’ambito di un’unica visita, della consulenza specialistica di un nefrologo e di un cardiologo, che valuteranno congiuntamente il paziente, ottimizzando in tal modo la gestione clinica e l’articolata terapia renale e cardiovascolare di cui necessita.

L’iniziativa, che nasce dalla collaborazione tra l’UOSD di Nefrologia e quella di Emodinamica, riempie un vuoto assistenziale, essendo la prima nel territorio di Palermo. L’ambulatorio sarà gestito da Caterina Carollo, dirigente medico e ricercatrice universitaria della unità operativa semplice dipartimentale (UOSD) di Nefrologia e Dialisi diretta dalla professoressa Santina Cottone, e da Salvatore Evola responsabile dell’unità operativa di Emodinamica.

Le visite si svolgeranno tutti i mercoledì dalle ore 14:30 alle 19:00 presso gli ambulatori dell’UOSD Nefrologia e Dialisi (plesso 15) e saranno prenotabili tramite CUP.

«Siamo felici di poter presentare questo ambulatorio multidisciplinare in un momento in cui le fragilità aumentano e necessitano di attenzione e risposte- affermano Caterina Carollo e Salvatore Evola- Da anni condividiamo la gestione delicata e complessa di questi pazienti, ed è arrivato il momento di strutturare questa collaborazione per realizzare un servizio ordinato ed efficiente che possa sempre più avvicinare questo Policlinico al territorio per offrire al paziente un’opportunità di cura, al Medico di famiglia un supporto concreto e alla nostra Azienda ospedaliera universitaria un’opportunità assistenziale e di ricerca di cui si sentiva il bisogno. Ringraziamo la professoressa Cottone che ha da subito creduto nel progetto, dandoci la disponibilità di spazi e risorse, e tutti coloro che ci hanno supportato e aiutato».

Nella ricetta del medico curante dovrà essere richiesta una visita nefrologica e il quesito diagnostico dovrà riportare “paziente cardiorenale indirizzato all’ambulatorio di Nefro – Cardiologia”.

Il Commissario del Policlinico, Maurizio Montalbano, commenta: «L’attivazione di questo ambulatorio ha l’obiettivo di offrire percorsi diagnostici e terapeutici integrati e ritagliati sulle reali esigenze del paziente. Nell’ambulatorio, che sarà gestito da professionisti di grande competenza, il paziente, che in un’unica visita riceverà più prestazioni, sarà al centro del lavoro congiunto dei diversi specialisti in un approccio interdiscipinare finalizzato a migliorare cure e prestazioni e aumentare il suo benessere e la qualità di vita».

Nella foto: Salvatore Evola, Santina Cottone e Caterina Carollo

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche