Policlinico Giaccone ed Ismett insieme nella lotta ai tumori polmonari: ecco il resoconto del convegno di Palermo

7 Settembre 2017

All'evento che si è tenuto a Palazzo Steri ha partecipato pure il noto oncologo David Carbone.

 

di

PALERMO. Lo stato dell’arte circa le principali linee di ricerca in ambito di neoplasie polmonari è stato al centro dell’evento che si è tenuto a Palazzo Steri, a Palermo, che ha visto la partecipazione di David Carbone, oncologo di caratura mondiale.

L’appuntamento scientifico, che si è snodato intorno alla lettura magistrale dal titolo “Molecular Mechanism in NSCLC”, di Carbone (professore presso l’ “Ohio State University, James Cancer Center” e Presidente dell’ “International Association for the Study of Lung Cancer”), si inserisce nell’ambito della collaborazione tra il gruppo di Oncologia Medica del Policlinico, coordinato dal prof. Antonio Russo ed i gruppi, di Chirurgia Toracica del Policlinico Universitario di Palermo e dell’Ismett, coordinati rispettivamente dal prof. Massimo Cajozzo e dal dr. Alessandro Bertani, anche moderatori dell’evento.

Carbone, intervistato da Insanitas, ha sottolineato: «Attualmente si sono registrati significativi passi avanti nell’ambito dei tumori polmonari, ma ancora tanto va fatto affinché i trattamenti possano essere migliorati ed estesi a tutti i pazienti».

E la Sicilia a che punto sta? «Come tutta l’Italia dovrebbe essere più supportata sul profilo della ricerca. I ricercatori hanno difficoltà a trovare i fondi. Accanto alle associazioni dedicate alla lotta ai tumori, pure io mi impegno a sensibilizzare il Governo per il sostegno ai progetti di ricerca in ambito oncologico».

Un suo messaggio per chi si trova di fronte a una diagnosi di questo tipo?

«Quello di indirizzarsi subito verso centri specializzati nel trattamento dei tumori polmonari, in modo che siano prontamente avviate le indagini molecolari e le terapie più appropriate al caso».

«Questa ed altre iniziative- ha spiegato Antonio Russo, direttore dell’unità Operativa di Oncologia Medica del Policlinico Universitario di Palermo- come l’istituzione di un Tumor Board interdisciplinare, per la discussione dei casi clinici più complessi ed articolati, che vede la partecipazione via telematica dei colleghi dell’UPMC (University of Pittsburgh Medical Center), ha l’obiettivo di incrementare la qualità del servizio ai cittadini in termini di esperienza e di opportunità di cure sempre più all’avanguardia. La creazione di specifici percorsi diagnostico- terapeutici ed assistenziali (PDTA), infatti, oltre a migliorare la qualità dell’assistenza percepita ogni giorno dai pazienti, mira ad una condivisione dei processi decisionali ed ad una migliore organizzazione delle risorse».

Fabrizio de Nicola, commissario del Policlinico Giaccone, ha evidenziato: «Iniziative come questa non nascono a caso, ma sono frutto di un’attenta programmazione e di una robusta partnership che il Policlinico Universitario, per sua vocazione sempre attento alle problematiche inerenti la formazione e la ricerca, negli anni, ha costituito e ha saputo mantenere con alcune riconosciute eccellenze in campo sanitario locale, come per l’appunto, è l’Ismett». Presente ai lavori il presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, prof. Francesco Vitale.

Nella foto in alto a destra: Fabrizio De Nicola, David Carbone e Antonio Russo.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV