Policlinici

La buona Sanità

Policlinico Giaccone, ecco i progetti del Clinical Trial Center

L'obiettivo è promuovere la ricerca clinica di qualità per sperimentare trattamenti innovativi in settori strategici.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Promuovere la ricerca clinica di qualità per sperimentare trattamenti innovativi in settori strategici come oncologia, malattie rare, patologie croniche complesse e diffondere la conoscenza e le modalità di partecipazione alle sperimentazioni cliniche. Sono solo alcuni dei progetti che sta portando avanti il Clinical Trial Center (CTC) dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone”, importante punto di riferimento per l’innovazione e l’eccellenza nella ricerca clinica in Sicilia.

Il CTC, articolazione funzionale interdipartimentale dell’A.O.U.P., opera quale unico punto di riferimento per l’avvio e la gestione in tutte le fasi degli studi clinici sponsorizzati (profit) e spontanei (non profit) nelle strutture del “Paolo Giaccone”.

Il Centro, diretto dal Professore Vito Di Marco, responsabile del programma di day care delle malattie croniche del fegato, permetterà al Policlinico e alla Scuola di Medicina di avere una struttura funzionale adatta a mantenere i rapporti con gli enti regolatori della ricerca, stabilire una collaborazione istituzionale tra i ricercatori e l’industria farmaceutica e permettere ai cittadini siciliani che hanno malattie croniche di avere possibilità di cure con farmaci innovativi.

Il Commissario dell’AOUP, Maurizio Montalbano, spiega: «Nell’Atto Aziendale dell’AOUP è sottolineato che l’Azienda concorre allo sviluppo dell’eccellenza, attraverso l’introduzione di modelli organizzativi e gestionali innovativi, adatti a garantire un ambiente favorevole per l’espressione dell’eccellenza clinica e assistenziale, lo sviluppo dell’attività di ricerca e di sperimentazione e la valorizzazione delle risorse professionali».

Il Professore Marcello Ciaccio, Presidente della Scuola di Medicina dell’Università di Palermo aggiunge: «Uno dei punti qualificanti del piano strategico di UNIPA è lo sviluppo di progetti di terza missione in ambito sanitario in raccordo con l’Azienda Ospedaliera Universitaria. Il Clinical Trial Center è sicuramente un modello virtuoso di collaborazione tra l’Università e l’AOUP che può portare innovazione ed eccellenza nella ricerca clinica in Sicilia».

Il Prof. Di Marco sottolinea: «Gli studi clinici assumono un ruolo centrale per produrre innovazione, offrire nuove opportunità di salute e cura per i pazienti e generare risparmio per il SSN. L’obiettivo di questo progetto è quello di creare un nuovo modello organizzativo che permetta all’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo di condividere con la Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Palermo, una struttura stabile con il fine di promuovere la ricerca clinica, attrarre fondi da parte delle aziende del settore farmaceutico, interagire con gli enti pubblici e le fondazioni private che si occupano di ricerca clinica, fornire informazioni in merito alle sperimentazioni cliniche ai cittadini, garantire programmi di formazione per i medici e i ricercatori e migliorare la qualità di vita dei pazienti».

Lo scorso 19 gennaio l’AOUP ha approvato il regolamento disciplinante gli aspetti procedurali, amministrativi ed economici degli studi osservazionali delle sperimentazioni cliniche, dei dispositivi medici e delle iniziative di ricerca afferenti all’Azienda Ospedaliera Universitaria.

Il Direttore Amministrativo dell’AOUP, Sergio Consagra, spiega: «Questo virtuoso processo di implementazione della ricerca clinica deve essere governato da una struttura organizzativa adeguata ad aiutare i ricercatori clinici nell’utilizzo delle risorse economiche e umane disponibili e a garantire la necessaria interattività tra i diversi gruppi di ricerca, senza limitare l’indipendenza dei singoli ricercatori».

Il Clinical Trial Center è composto da personale dedicato, altamente qualificato e specializzato, e supporta i ricercatori dell’A.O.U.P. nella gestione delle sperimentazioni cliniche con strategie organizzative efficaci ed efficienti, che comprendono anche aspetti di natura economica finanziaria.

Nella foto: in prima fila da sx il direttore sanitario Gaetano Cimò, il Commissario Straordinario Maurizio Montalbano, il Presidente della Scuola di Medicina Marcello Ciaccio, il professore Vito Di Marco, Direttore del CTC, Grazia Scalici, componente della Segreteria del CTC; in seconda fila da sx il direttore amministrativo Sergio Consagra e il Direttore del Dipartimento amministrativo Luigi Guadagnino.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche