Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Insanitas TV

Il servizio video di Insanitas

Policlinico “Giaccone”, al via i lavori per completare il nuovo Polo dell’emergenza-urgenza

L'intervento in un monoblocco su tre piani prevede un rinnovato pronto soccorso, ulteriori 17 posti letto di terapia intensiva, un'area di emodinamica e 4 sale operatorie. Il presidente Musumeci ha confermato la volontà di produrre vaccini in Sicilia. Ecco le interviste.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Al via i lavori per il completamento del nuovo polo dedicato all’emergenza-urgenza del Policlinico “Giaccone”. Da realizzare entro giugno 2021 con fondi assegnati dalla struttura tecnica regionale per l’emergenza Covid, l’intervento prevede un pronto soccorso da cui sarà possibile accedere subito ai reparti dedicati per trattamenti salvavita e che avrà un’area di osservazione breve intensiva dotata di 16 posti letto e degenze. Nel monoblocco su tre piani saranno creati pure ulteriori 17 posti letto di terapia intensiva, con 4 postazioni per isolamento aereo e da contatto dove gestire pazienti con sepsi, shock settico o insufficienza respiratoria grave, tale da richiedere una terapia con Ecmo (ossigenazione extracorporea a membrana). In totale, quindi, toccheranno quota 31 i posti letto di terapia intensiva del Policlinico di Palermo.

Prevista pure una nuova area di emodinamica con sala ibrida dove effettuare procedure mininvasive di interventistica sia cardiologica che radiologica. Inoltre con il supporto del “Giaccone” saranno realizzate e 4 nuove sale operatorie, di cui una predisposta per la chirurgia robotica, con annesse sale di preparazione e risveglio. Il reparto chirurgico avrà a disposizione in tutto 80, tra chirurgia generale e specialistica.

Al taglio del nastro di stamattina (clicca qui per il servizio video di Insanitas) sono intervenuti tra gli altri il presidente della Regione, Nello Musumeci, l’Assessore alla Salute Ruggero Razza, il Coordinatore della Struttura Tecnica Regionale per l’Emergenza Covid, Salvatore D’Urso, il Commissario del Policlinico “Giaccone” Alessandro Caltagirone, il rettore dell’Università degli Studi Fabrizio Micari e Antonello Giarratano, direttore Anestesia e rianimazione del Policlinico di Palermo e componente del Comitato tecnico scientifico regionale sull’emergenza Covid in Sicilia.

A margine dell’evento, il governatore ha pure confermato di auspicare che si possano produrre vaccini in Sicilia: «È una nostra manifestazione di volontà, persino ardita, speriamo di avere un riscontro dal governo nazionale. Presto andrò a Roma». Musumeci, infatti, ha candidato l’Isola come sede di produzione vaccinale con una lettera al ministro per lo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, in cui esprime «un sincero apprezzamento per l’ impulso offerto all’ industria farmaceutica per la produzione, nel territorio nazionale, di vaccini contro il Covid». Inoltre Musumeci ha sottolineato: «Non bisogna abbassare la guardia, ritengo che l’eventuale misura restrittiva con zona rossa per le festività pasquali  sarà omogenea in tutta Italia».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati