Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Policlinici

Pneumologia

Policlinico di Palermo, fino al 7 giugno visite mediche gratuite contro l’asma

Alida Benfante, dirigente medico presso la UOC di Pneumologia, sottolinea: "L'obiettivo è fornire ai pazienti l’occasione di effettuare una valutazione di controllo dello stato della propria patologia".

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Anche a Palermo consulenze e visite specialistiche pneumologiche gratuite. Dal 3 al 7 giugno, in occasione della terza edizione dell’Asma Zero Week, anche la UOC di Pneumologia del Policlinico universitario “Giaccone” apre le porte ai pazienti affetti da asma bronchiale.

L’iniziativa, promossa da FederASMA e Allergie Onlus  (Federazione Italiana Pazienti), con il patrocinio della Società Italiana di Pneumologia (SIP) e la Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (SIAAIC), vede coinvolti oltre 40 centri su tutto il territorio nazionale e si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica e i pazienti sui sintomi, sulle caratteristiche dell’asma e sui rischi che comporta la tendenza a sottovalutare gli effetti della malattia sulla vita quotidiana e l’uso eccessivo di broncodilatatori a rapida insorgenza d’azione.

“Obiettivo principale dell’evento- spiega Alida Benfante (nella foto), dirigente medico presso la UOC di Pneumologia del Policlinico Universitario di Palermo- è fornire ai pazienti affetti da asma bronchiale l’occasione di effettuare una valutazione di controllo dello stato della propria patologia e ricevere informazioni utili alla sua gestione, con particolare attenzione all’importanza del prevenire gli attacchi d’asma con idonee strategie di comportamento e trattamento”.

Basti pensare che soltanto una piccola parte dei pazienti asmatici si sottopone a una visita specialistica. Ancora oggi infatti l’asma bronchiale è una patologia poco diagnosticata e non adeguatamente trattata tanto che solo 1 paziente su 3 segue correttamente le indicazioni e la terapia prescritta.

Accade quindi che il paziente asmatico vada frequente incontro a una mancato controllo della malattia con conseguenti esacerbazioni che richiedono sempre più spesso cure mediche urgenti, accessi al pronto soccorso ed ospedalizzazioni.

«Il nostro impegno- continua Benfante- è quindi volto a sensibilizzare i pazienti sulla importanza di un adeguato controllo di questa patologia respiratoria in grado di compromettere fortemente la quotidianità e la qualità di vita, ad informarli della importanza dell’aderenza alle terapie e dei rischi connessi ad una sottovalutazione della malattia ed a un abuso dei broncodilatatori a breve durata d’azione».

Prenotare una visita è molto semplice. Basta contattare il numero verde (800 62 89 89), attivo dal lunedì al venerdì (09.00- 13.00/14.00-18.00) sino al 7 giugno. Preso l’appuntamento, il paziente riceverà un promemoria con un SMS pochi giorni prima e dovrà soltanto presentarsi all’ora concordata senza che sia necessaria l’impegnativa del medico di famiglia.

Il controllo gratuito si svolgerà con le modalità che lo specialista riterrà più opportune con o senza il supporto di esami strumentali. Al termine della consulenza, il paziente riceverà un parere scritto, con l’eventuale indicazione di ulteriori approfondimenti e consigli per gestire al meglio la malattia.

Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.asmazeroweek.it o www.facebook.com/asmazero.it.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati