Policlinico di Messina prelievo organi maxi tumore adenomi ipofisari meningite energia elettrica portale web tumori neuroendocrini

Policlinico di Messina, in arrivo 2,7 milioni di euro per potenziare la terapia intensiva

16 Aprile 2020

Finanziamento della Regione grazie ai fondi donati dalla Banca d'Italia e gestiti dalla Protezione Civile regionale.

 

di

Ammonta a 2,7 milioni di euro il finanziamento che la Regione Siciliana, grazie ai fondi donati dalla Banca d’Italia e gestiti dalla Protezione Civile regionale, ha destinato all’A.O.U. Policlinico di Messina “G. Martino”.

La somma, proveniente dal fondo per le attività di beneficenza e le iniziative di interesse pubblico, è stata destinata alla realizzazione di 32 nuovi posti letto di terapia intensiva.

Sono state in totale 9 le Regioni che hanno beneficiato dello stanziamento (del valore complessivo di 34 milioni) e, in Sicilia, su input del Presidente Nello Musumeci è stato scelto il Policlinico di Messina per la realizzazione di un progetto di grande importanza non solo nell’ottica della gestione dell’attuale emergenza Covid-19.

“La scelta della Regione – afferma il Direttore generale dell’A.O.U., Giuseppe Laganga – va inquadrata in una duplice ottica. Innanzitutto, nella consapevolezza che le azioni per fronteggiare l’epidemia da coronavirus, superata una prima e immediata emergenza, dovranno ricomprendere importanti interventi strutturali di medio periodo, questo ampliamento ci permetterà di implementare la nostra organizzazione nell’ottica della ripresa di quelle prestazioni sanitarie che non riguarderanno solo l’emergenza e urgenza”.

Laganga aggiunge: “Il passaggio alla fase 2 che segnerà un primo passo del ritorno alla normalità, segnerà anche la necessità di una fase 2 per la sanità. Ci attendiamo, infatti, che il flusso di utenza torni a crescere e dovremo essere pronti, ancor di più, a gestire parallelamente servizi Covid e no-Covid, in particolare in un presidio come il Policlinico che, da Hub di II livello, costituisce un indispensabile riferimento per il territorio. Non posso che ringraziare la Banca d’Italia e la Regione Siciliana per la fiducia che hanno riposto nel Policlinico universitario di Messina”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV