Policlinico di Messina prelievo organi maxi tumore adenomi ipofisari meningite energia elettrica portale web tumori neuroendocrini

Policlinici

La protesta

Policlinico di Messina, i sindacati proclamano lo sciopero il 18 dicembre

Nursind, Fp Cgil, Uil Fpl, Fials, Nursing up e Usb: «Senza innalzamento del tetto di spesa da parte della Regione sarà piena emergenza».

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. «Senza innalzamento del tetto di spesa da parte della Regione sarà piena emergenza al policlinico di Messina. Servono nuove assunzioni del personale vincitore del concorso bacino orientale, proroghe di tutto il personale in scadenza e stabilizzazioni del personale avente diritto».

È quanto denunciano in una nota i sindacati Nursind, Fp Cgil, Uil Fpl, Fials, Nursing up e Usb che hanno proclamato uno sciopero di 24 ore dalle 7 del 18 dicembre. Secondo i sindacati la carenza di organico sta avendo gravissime conseguenze nella gestione dei turni ma rischia di aggravarsi ancora.

«Senza la possibilità di nuove assunzioni a causa del blocco del tetto di spesa- spiegano le sigle- si rischia ad esempio che tutto il personale delle sale operatorie faccia anche il doppio delle reperibilità previste da contratto. Inoltre un reparto come l’Oncologia Medica potrebbe perdere l’hospice oncologico, potrebbero chiudere la Geriatria e tanti altri reparti saranno in condizioni tragiche. Tra questi segnaliamo la Chirurgia toracica, vascolare ed oncologica, l’ Ostetricia e ginecologia, la Nefrologia, Malattie Infettive, Pneumologia, Rianimazione, Terapia intensiva neonatale, Medicina ed Epatologia, Stroke e Malattie neuromuscolari. Le conseguenze sarebbero veramente drammatiche».

Nei giorni scorsi i sindacati in una nota inviata all’assessorato regionale alla Salute, al prefetto e al commissario straordinario dell’azienda avevano lanciato l’allarme spiegando che «oltre 50 unità infermieristiche non prestano servizio per vari motivi e altri 53 coordinatori non sono mai stati sostituiti come personale addetto all’assistenza diretta. Il personale è sottoposto a continui ordini di servizio per colmare i vuoti in tutti i reparti».

Secondo i sindacati «siamo arrivati all’epilogo. Stiamo vivendo una gravissima situazione di inadeguatezza degli organici che senza il necessario innalzamento del tetto di spesa da parte dell’assessorato alla Salute non potrà essere sanata e porterà a conseguenze disastrose. Siamo veramente davanti a un bivio, senza intervento della Regione sarà impossibile garantire l’assistenza ai pazienti. Chiamiamo a raccolta tutta la popolazione, il personale e chiunque voglia partecipare alla manifestazione che si svolgerà davanti al padiglione L del Policlinico per sensibilizzare l’assessorato regionale alla Salute a innalzare finalmente il tetto di spesa del personale. Se ciò non accadrà sarà veramente un disastro assistenziale mai visto prima».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche