BEST IN SANITAS

Candidati entro il 30 Giugno 2022

Clicca qui
mobilità stabilizzati

Policlinici

Rodolico-San Marco

Policlinico di Catania, arrivano 19 nuovi medici

Il programma di assunzioni procede quindi speditamente, seguendo il cronoprogramma fissato dal direttore generale Sirna.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. 19 nuovi medici potenzieranno l’organico dei sanitari dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico “Rodolico-San Marco” guidata da Gaetano Sirna (nella foto). Si tratta di 7 specialisti in ortopedia, 8 in Ginecologia e Ostetricia e 4 in Urologia. I neodirigenti prenderanno servizio nelle rispettive Unità dei due presidi aziendali, il “Rodolico” di via Santa Sofia e il San Marco di viale Ciampi, a Librino.

Il programma di assunzioni di nuovo personale procede quindi speditamente, seguendo un cronoprogramma che il direttore generale Sirna aveva fissato, insieme ai suoi uffici, già nello scorso mese di ottobre 2021, in occasione dell’adozione definitiva della rideterminazione della dotazione organica e del Piano triennale 2021-2023 dei Fabbisogni del Personale aziendale.

Sono centinaia i candidati che hanno partecipato, sinora, ai numerosi bandi di concorso a tempo indeterminato per la copertura di oltre un centinaio di posti, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale e nella sezione dedicata ai bandi del sito web aziendale.

La corposa tornata di concorsi che sta interessando l’Azienda Ospedaliero Universitaria in questi mesi, ha anche riguardato gli incarichi di direttore di struttura complessa in quelle unità rimaste senza vertice, conferiti nelle scorse settimane, e la stabilizzazione di personale sanitario e amministrativo a seguito della pubblicazione di specifici avvisi pubblici.

«Stiamo completando man mano, seguendo tempi precisi, il piano di assunzioni che avevamo stabilito- spiega il direttore Sirna- In questo modo, da una parte siamo in grado di fornire all’utenza servizi sempre più puntuali e di qualità, dall’altra diamo un supporto al nostro personale già in servizio, mettendolo nelle condizioni migliori per soddisfare le esigenze di assistenza e cura dei pazienti. Senza considerare il fatto che queste assunzioni rappresentano un’importante opportunità lavorativa per tanti giovani in attesa di un’occupazione stabile, molti dei quali costretti a lasciare il nostro territorio proprio per mancanza di occasioni».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche