Plusdotati, un talento in dono ma pure svantaggi: a Palermo un centro di supporto

8 Dicembre 2020

L'iniziativa di "Virtualmente Centro studi e ricerche per apprendimento - Apprendo Onlus" in rete con l'associazione nazionale Step-net onlus. L'11 dicembre un webinar gratuito di approfondimento sul tema.

 

di

PALERMO. Avere talento è un dono. Ma questo dono deve essere supportato, stimolato, sviluppato. È quello di cui hanno bisogno i “plusdotati” o “gifted”, ragazzi caratterizzati da un alto potenziale cognitivo.

Se ne parla più spesso al giorno d’oggi, ma la plusdotazione è in realtà un tema di cui bisogna avere più consapevolezza e di fronte al quali si avverte la necessità di potenziare le sinergie a supporto, anche perché secondo alcune stime i plusdotati rappresentano circa il 5% degli studenti italiani.

Nel 2018 è stato costituito presso il Miur un tavolo tecnico per redigere le linee guida sulla plusdotazione, si attende che le stesse vengano emanate.

I ragazzi plusdotati dimostrano capacità di apprendimento e curiosità intellettuale molto sviluppate, che talvolta possono risultare uno svantaggio nel contesto scolastico e formativo standard: possono ritrovarsi soli e, in qualche modo, perdere interesse ad apprendere, con conseguenze negative sul percorso di crescita, scolastico e individuale.

Da questa constatazione si concretizza l’impegno di “Virtualmente Centro studi e ricerche per apprendimento – Apprendo Onlus”. Questa realtà che da diversi anni svolge attività che vanno dalla diagnosi al potenziamento, al doposcuola specialistico, al counseling e ai colloqui con gli insegnanti, per far crescere i ragazzi nel loro percorso individuale verso l’autonomia e l’autostima, è diventata a Palermo il primo centro, e al momento l’unico in Sicilia, a supporto dei ragazzi plusdotati e delle loro famiglie, in rete con l’associazione nazionale Step-net onlus.

«I bambini e i ragazzi con questa tipologia di profilo- precisa Sara Ferina, responsabile del centro Virtualmente- spesso potrebbero manifestare sentimenti negativi verso se stessi, verso il contesto scolastico, perdendo curiosità, motivazione ad apprendere e interesse, ritirandosi dalle relazioni sociali e attuando azioni disfunzionali. Si genera così il fenomeno dell’underachievement, che porta alla disaffezione scolastica e all’abbandono del percorso di studi e, nei casi peggiori, all’emarginazione. Per questo è di fondamentale importanza identificarli precocemente per individuare le caratteristiche cognitive e psicologiche. Oggi Virtualmente fornisce questo servizio alle famiglie e ai bambini, al fine dell’individuazione precoce delle loro caratteristiche, per sostenere, sviluppare i loro talenti e prevenire il disagio scolastico e sociale».

E sul tema plusdotazione è in programma venerdì 11 dicembre dalle ore 17.30 alle 19, il webinar gratuito di approfondimento “Plusdotazione e oltre …” dedicato a genitori, insegnanti, educatori e psicologi, organizzato da Step-net, CTS Gifted Aps e Virtualmente.

«Il webinar in programma venerdì- spiega Ferina- è certamente un’occasione per parlare di come supportare e potenziare l’apprendimento dei bambini e dei ragazzi plusdotati, ma anche degli stili di insegnamento e di apprendimento e di come attivare una rete virtuosa con la scuola».

All’incontro sulla piattaforma zoom, oltre a Sara Ferina, responsabile del Centro Virtualmente, interverranno per Step-net onlus la presidente Viviana Castelli e Sara Riscazzi, responsabile del comitato scuola.

Per partecipare occorre inviare un’email a [email protected] (iscrizione obbligatoria).

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV