Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Salute e benessere

Il 15 ottobre in piazza Vittorio Emanuele

Patologie respiratorie, campagna di prevenzione dell’Asp di Trapani

Sabato 15 ottobre, a piazza Vittorio Emanuele dalle 9 alle 15, sarà installato un gazebo dove saranno presenti gli specialisti del reparto di pneumologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. Sarà possibile per i cittadini effettuare gratuitamente l’esame spirometrico.

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. Prende il via a Trapani “Respiro in piazza”, una campagna di prevenzione sulle patologie respiratorie organizzata dalla onlus “Respirare” e dall’Asp, con il contribuito di AstraZeneca e il patrocinio dell’Ordine dei medici di Trapani.

Sabato 15 ottobre, a piazza Vittorio Emanuele dalle 9 alle 15, sarà installato un gazebo dove saranno presenti gli specialisti del reparto di pneumologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, coordinati dal primario Gaspare Marino, in cui sarà possibile per i cittadini effettuare gratis l’esame spirometrico, esame base per misurare la funzionalità respiratoria.

Interverranno anche il direttore del distretto sanitario di Trapani dell’ASP, Osvaldo Cono Ernandes, e il presidente dell’ordine provinciale dei medici Rino Ferrari.

“Un’iniziativa di prevenzione e educazione sanitaria- afferma il direttore generale dell’Asp, Fabrizio De Nicola– che può contribuire all’individuazione precoce di patologie respiratorie e favorisce l’integrazione tra ospedale e territorio”.

Uno degli scopi del progetto è quello dell’individuazione e gestione precoce del paziente affetto da Bronco- pneumopatia cronica ostruttiva, un’affezione cronica del sistema respiratorio che limita il flusso aereo in modo non completamente reversibile. Viene chiamata bronco-pneumopatia perché compromette bronchi e polmoni, cronica perché la sua evoluzione progredisce lentamente nel tempo e ostruttiva perché è caratterizzata da un’ostruzione delle vie respiratorie dovuta ad un processo infiammatorio innescato dall’inalazione di fumo di tabacco o di gas nocivi.

Il fumo di sigaretta rappresenta, infatti, una delle cause principali dell’insorgere della patologia, insieme agli inquinanti ambientali. Tale ostruzione, progressiva, limita il flusso d’aria durante l’espirazione causando difficoltà di respiro (dispnea), tosse persistente, soprattutto al mattino, limitazione dell’attività fisica e una marcata insufficienza respiratoria.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati