Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
dimissioni comitato coronavirus precari asp

Dal palazzo

Il sit-in

Patologie psichiatriche, 30 associazioni sollecitano migliore assistenza

"Si può fare per il lavoro di Comunità" nei giorni scorsi ha tenuto un sit-in davanti la presidenza della Regione.

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Associazione “Si può fare per il lavoro di Comunità”, che riunisce 30 associazioni impegnate per la difesa dei diritti delle persone affette da patologia psichiatrica, esprime soddisfazione per la riuscita del sit-in in Piazza Indipendenza a Palermo davanti la sede della Presidenza della Regione. Centinaia di utenti, familiari, operatori, liberi cittadini e rappresentanti del mondo sindacale, hanno manifestato la loro delusione «per le scarse risposte che la Regione dà alle reali esigenze delle persone affette da disagio psichico: progetti di autonomia, abitare, lavoro, tempo libero, inadeguatezza di numero di operatori nei servizi di salute mentale, strutture insufficienti e spesso in locali inadeguati, assenza di politiche di integrazione socio-sanitaria».

In un comunicato stampa, dall’Associazione sottolineano: «Ma alcuni risultati sono stati raggiunti come la comunicazione, di cui aspettiamo verifica, ricevuta il giorno prima da parte del Capo di gabinetto dell’assessore alla Salute, dott.ssa Antinori, della imminente firma delle linee guida per rendere operativo il budget di salute legiferato nell’ottobre del 2019 ed il colloquio avuto tra una nostra delegazione e il dr. Eugenio Ceglia, vice Capo di Gabinetto del presidente Musumeci, che ha preso l’impegno di sollecitare gli assessorati alla Salute ed alle Politiche Sociali per la rapida risoluzione delle problematiche da noi sollevate e si farà promotore di un incontro tra i 2 assessori, Razza e Scavone, con una nostra delegazione».

L’Associazione “Si può fare per il lavoro di Comunità” continuerà a vigilare «su tutte le inadeguatezze da noi sollevate e si pone come punto di riferimento di tutte quelle associazioni, cooperative, sindacati, partiti e politici, ordini professionali, singoli utenti, familiari, operatori e cittadini per continuare con sempre maggiore forza a rivendicare politiche sanitarie capaci di rispondere in maniera adeguata ai bisogni di decine di migliaia di persone affette da disturbi psichici».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati