Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Rapine nuove farmacie ipertensione ictus

Farmacia

L'intesa

Patologie gravi e invalidanti, nuovi medicinali nelle farmacie siciliane

Si potranno acquistare direttamente in quelle private e convenzionate dislocate su tutto il territorio. L'obiettivo è venire incontro alle esigenze dell'utenza più fragile.

Tempo di lettura: 2 minuti

Nuovi medicinali per la cura di patologie gravi e invalidanti saranno distribuiti dalle farmacie private e convenzionate dislocate su tutto il territorio siciliano, per venire incontro alle esigenze dell’utenza più fragile. È il risultato del nuovo accordo sottoscritto dall’assessorato regionale della Salute, da Federfarma Sicilia, dall’Associazione distributori farmaceutici e Federfarma Servizi, e approvato da un decreto del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica, in vigore dal primo aprile.

La principale innovazione consiste nell’estendere a nuove classi di farmaci inclusi nel PHT (Prontuario della distribuzione diretta per la continuità assistenziale ospedale-territorio) l’erogazione mediante il canale delle farmacie aperte al pubblico (Distribuzione per conto), tenuto conto della loro capillare presenza sul territorio. In particolare, l’Asp di Palermo è stata individuata come capofila per centralizzare l’acquisto dei farmaci per tutta la Regione. I pazienti potranno trovare nelle farmacie sotto casa gli interferoni e il Glatiramer acetato adottati nelle terapie per la sclerosi multipla, una serie di medicinali per gravi patologie cardiovascolari (Ticagrelor, Prasugrel) e per la cura dell’osteoporosi (Denosumab).

«Le farmacie private e convenzionate rappresentano un presidio prezioso su tutto il territorio della nostra Isola – dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – strumento fondamentale nella erogazione agli assistiti di servizi volti a migliorare l’efficacia e la qualità del servizio sanitario pubblico. Questa nuova iniziativa consentirà di essere più vicini alle esigenze dei pazienti, riducendone i disagi nell’accesso alle cure».

Attraverso quest’accordo, Federfarma garantisce anche il mantenimento di una piattaforma informatica dedicata alla “Distribuzione per conto” e di un’altra piattaforma digitale per la gestione dei piani terapeutici.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati