quarantena tamponi falsi invalidi

Dal palazzo

I dettagli

Patologie di alta specializzazione, al via in Sicilia altri 9 Centri di riferimento regionale

Con decreto n. 112 del 2022 l’assessorato regionale alla Salute ha integrato il documento del 29 maggio 2019 in cui era già stata fatta una prima revisione.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. È stata operata con un decreto a firma dell’assessore alla Salute, Ruggero Razza, la revisione dei centri di riferimento regionale per patologie di alta specializzazione e di alto interesse sociale e sanitario. Con decreto n. 112 del 2022 l’assessorato ha integrato il documento del 29 maggio 2019 in cui era già stata fatta una prima revisione. L’emergenza pandemica, però, ha coinvolto direttamente o meno tutte le strutture sanitarie, pubbliche e private accreditate, motivo per cui le stesse non hanno potuto svolgere appieno le attività già in essere.

Con questa motivazione l’assessorato ha deciso di prorogare i già riconosciuti, che saranno sottoposti ad annuale verifica dal 30 giugno 2023, e procedere con la valutazione soltanto delle nuove candidature. Le istanze per la riconferma o di nuova istituzione dovranno essere inviate al Dipartimento per la Pianificazione Strategica entro il 1 aprile 2023.

Sono nati così in Sicilia i seguenti 9 centri di riferimento regionale, di cui 4 si trovano a Catania, 4 a Palermo e 1 a Trapani.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche