Dal palazzo

Fecondazione

Partorisce a 63 anni, Greco (S.I.d.R.): «Ovodonazione si conferma tecnica efficace»

Il presidente della Società Italiana della Riproduzione commenta il caso della donna lucchese diventata madre a quell'età.

Tempo di lettura: 1 minuto

«La notizia della donna lucchese che ha partorito un figlio a più di 63 anni di età ci fa capire come l’ovodonazione sia una procedura estremamente efficace, in grado di dare il successo anche a donne che hanno avuto fallimenti con le tecniche di Procreazione medicalmente assistita tradizionali». Così Ermanno Greco, professore di Ginecologia e Ostetricia all’Università UniCamillus di Roma e Presidente della Società Italiana della Riproduzione (S.I.d.R.), commenta il caso della donna che ha partorito un figlio a 63 anni all’Ospedale “Versilia” a Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, dopo aver praticato per due volte la fecondazione in vitro a Kiev, in Ucraina.

«Si tratta di una tecnica che è possibile anche in Italia, ma vi è una raccomandazione importante da tenere presente e che è valida per tutte le tecniche Pma, ovvero si sconsiglia l’utilizzazione di tali metodologie in donne con età superiore ai 50 anni e ciò per via di un considerevole aumento del rischio ostetrico, quindi della salute sia della donna sia del nascituro» conclude Greco.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche