Partita della vita contro le mielolesioni, il biglietto numero 1 sarà consegnato a Papa Francesco

26 Aprile 2017

L'evento del 6 maggio allo stadio Barbera di Palermo è stato presentato in conferenza stampa. A promuoverlo Villa Sofia- Cervello, Faip e CittadinanzAttiva.

 

di

PALERMO. Il biglietto numero uno della Partita della Vita del 6 maggio allo stadio Renzo Barbera di Palermo sarà consegnato il prossimo 3 maggio a Papa Francesco. Il Santo Padre riceverà infatti in udienza privata mercoledì prossimo in Vaticano una delegazione del Comitato organizzatore (nella foto sopra) e della Faip, la Federazione delle Associazioni Italiane dei Paratetraplegici alla quale andrà in beneficenza l’incasso dell’evento del 6 maggio.

La notizia è stata data nel corso della conferenza stampa di presentazione della Partita della Vita, che si è svolta presso la sede di Banca Nuova, da Antonio Iacono, responsabile del progetto regionale sulle Mielolesioni traumatiche e non. La Partita della Vita sarà un happening di sport e spettacolo per sostenere i diritti delle persone con lesioni al midollo spinale. Non sarà solo però un evento calcistico, di intrattenimento e di beneficenza, ma anche un forte momento di sensibilizzazione e di informazione su una tematica che in Italia interessa circa 90 mila persone. Tanti sono infatti i soggetti con lesioni midollari nel nostro paese.

L’appuntamento del 6 maggio, che avrà inizio alle 20, è promosso dall’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello, capofila del progetto regionale sulle Mielolesioni, in collaborazione con la Federazione delle Associazioni Italiane dei Paratetraplegici (FAIP) e CittadinanzAttiva. Scenderanno in campo la Nazionale Medici, la Nazionale Attori, la Selezione Regionale della Polizia Municipale e il Football club antimafia.

Grande attesa soprattutto per la Nazionale Attori (nella foto giù) che vedrà scendere a Palermo alcuni noti protagonisti del mondo dello spettacolo. Fra questi ci saranno l’attore siciliano Raimondo Todaro, che sabato prossimo in coppia con Xenia sarà nella finalissima di Ballando con le Stelle su RaiUno, Giorgio Pasotti (La Grande Bellezza, Baciami Ancora), Franco Oppini (ex Gatti di Vicolo Miracoli), il palermitano Enrico Lo Verso (Il ladro di bambini, Baaria, Lamerica), Giulio Base (concorrente quest’anno all’Isola del Famosi), il palermitano Cesare Biondollilo, Fabrizio Rocca, Edoardo Velo. L’allenatore del team attori è Nando Orsi ex portiere della Lazio ed ex vice allenatore di Lazio e Inter.

La Partita sarà accompagnata da momenti di spettacolo con diversi artisti palermitani e da testimonianze sul tema delle mielolesioni, che intratterranno gli spettatori. Il ricavato dell’evento sarà devoluto, come detto, alla Sezione Sicilia della Faip, la Federazione delle Associazioni Italiane Para-Tetraplegici, per le sue attività a favore delle persone con lesioni al midollo spinale.

Sono partner dell’evento, oltre al Comune di Palermo e all’Assessorato regionale alla salute, il Coni Sicilia, la Figc Sicilia, il Comitato Italiano Paralimpico, il Comando Polizia Municipale di Palermo, il Palermo calcio, la Federazione Medici sportivi – Amsd di Palermo, il Comitato sport Universitario di Palermo, Banca Nuova, la Croce Rossa Italiana, la Fondazione Teatro Massimo, la Gesap, Federteatri, il Forum delle Famiglie.

Alla conferenza stampa hanno preso parte fra gli altri, il deputato regionale, Alice Anselmo, l’assessore comunale all’istruzione, Barbara Evola, il comandante della Polizia Municipale di Palermo, Vincenzo Messina, il Dirigente del Dipartimento Attività sanitarie della Regione, Salvatore Requirez, il Vice Presidente dell’Associazione Medullolesi spinali di Sicilia, Ninni Gambino, oltre ai rappresentanti delle quattro squadre coinvolte nell’evento, compresa la Nazionale Attori che si è collegata in diretta Facebook.

«Stiamo coinvolgendo- spiega il dr. Antonio Iacono- diversi settori della società, dalla scuola, all’Università, alle istituzioni, ma puntiamo soprattutto sui giovani, sui ragazzi, perchè è da loro che deve partire e crescere una sensibilità diversa nei confronti di questa problematica. La Partita della Vita è un momento importante per accendere i riflettori nei confronti dell’opinione pubblica, ma è una tappa di un percorso ancora lungo».

«Puntiamo- ha sottolineato il Direttore Generale di Villa Sofia- Cervello, Gervasio Venuti– a fare arrivare nelle case e nelle famiglie una più forte sensibilità sulle lesioni al midollo spinale, informando sulla prevenzione e sui rischi legati a comportamenti pericolosi. È un passaggio fondamentale di un progetto più articolato, voluto da questa Azienda, che attraversa tutte le fasi, da quella acuta a quella della riabilitazione, con la formazione degli operatori e l’istituzione del registro regionale del trauma delle mielolesioni, che ci consentirà di avere tutti i dati aggiornati e potere intervenire con maggiore efficacia».

Il Progetto Mielolesioni

Il progetto dell’Azienda Villa Sofia-Cervello, realizzato con fondi del Piano sanitario nazionale, punta come obiettivo finale, attraverso un sistema di azioni strategiche, all’attivazione di un percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale per la gestione del paziente affetto da mielolesioni. Fra gli obiettivi del progetto, la realizzazione del Registro regionale delle Mielolesioni, contenente tutte le informazioni provenienti sia dai centri della Rete regionale Politrauma che da quelli non coinvolti nella rete, che trattano mielolesioni non traumatiche.

Prevista inoltre la creazione del software Registro regionale dei traumi, l’implementazione del software operativo della rete assistenziale mielolesioni, integrandolo con il Registro regionale traumi, in maniera da avere un database sempre aggiornato. Si punta anche ad incrementare e migliorare l’esistente Rete regionale del Trauma, e sono previsti interventi formativi con coinvolgimento dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta per un raccordo operativo funzionale ospedale/territorio dei paziente all’interno dei percorsi assistenziali

Nell’ambito del progetto, oltre alla Partita della Vita, sono previste altre iniziative sul territorio, in particolare il 19 maggio con incontri nelle scuole siciliane (in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e con la Faip), dibattiti, proiezioni di video divulgativi, il 20 maggio con una partita di Basket al PalaMangano a Palermo, e il 21 maggio, con una giornata di promozione nelle principali piazze siciliane, Palermo, Trapani, Catania, Messina, Cefalù e Sciacca con distribuzione di materiale divulgativo sulle mielolesioni.

Cosa sono le Mielolesioni

Le mielolesioni sono lesioni del midollo spinale che causano l’interruzione delle vie ascendenti e discendenti che collegano il midollo spinale al cervello, e portano a gravi deficit motori e sensitivi. Rappresentano una fra le più importanti cause di mortalità e disabilità nel mondo con elevati costi sia per i pazienti, che per la società anche perché colpiscono spesso persone in età giovanile (prevalentemente di sesso maschile). Le lesioni midollari sono per la maggior parte di origine traumatica, causate da incidenti stradali, cadute accidentali, incidenti sportivi e sono i giovani i soggetti più colpiti: l’80% di queste persone ha un’età compresa tra i 20 ed i 40 anni.
Biglietti e Info Partita della Vita 2017

I biglietti per la Partita della Vita sono in vendita presso i seguenti punti vendita: Teatro Savio via Evangelista di Blasi 102/B, Teatro Orione via Don Orione 5, tutte le filiali di Palermo di Banca Nuova, Punti vendita Tickettando: Point 1 via  Notarbartolo 5/c,Point 2 via Maqueda 290, Kalta Tennis via Beato Angelico 16, Diamond Card, via Catania 20.

Costo: Tribuna Vip 20 euro, Tribuna 10 euro, Gradinata 5 euro, Curva 5 euro. Ragazzi under 14 accompagnati da adulto con biglietto entrano gratis.

Info www.partitadellavita.it, pagina Facebook Partita della Vita 2017, Twitter @partitavita, Instagram partitadellavitapa.

Nazionale Attori

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV